La natura è incredibilmente varia, abbonda in un’abbondanza traboccante, tuttavia non sempre la vediamo, sebbene sia lì.

Eppure, spesso ci limitiamo a una manciata di frutta e verdura ben note.

Ad un certo punto il tuo giardino e le tue abilità di fattoria devono espandersi, il foraggiamento è un modo per abbracciare la diversità, piantare piante perenni o perenni è un altro.
Ci sarà sempre qualcosa da raccogliere quando investi in piante perenni.

Alcune piante perenni sono pronte per essere raccolte, mentre le tue annuali prendono vita leggermente. Altri ancora, con radici commestibili, possono essere raccolti durante tutto l’anno, fornendo cibo quando ne hai bisogno e non necessariamente quando sono pronti per essere raccolti.

Sono più radicate delle annuali, quindi sono più resistenti nei periodi di siccità. Si scopre che le piante perenni sono spesso più resistenti ai parassiti, alle malattie e alla pressione di altre piante con cui condividono lo spazio.

Di seguito sono elencate 10 verdure perenni che puoi piantare una volta e raccogliere per anni:

1) Rabarbaro

Sebbene sia difficile resistere alla tentazione, non puoi raccogliere il rabarbaro (Rheum rhabarbarum) nel primo anno, devi prima aspettare che attecchisca. Dovrai aspettare e vedere come questa pianta diventerà solo più grande con le stagioni. Si dice che una singola pianta di rabarbaro possa durare 20 anni, prima di dover essere sostituita. Nel frattempo assaporate il più possibile i gambi, facendo attenzione a stare alla larga dalle foglie che sono velenose, ma non prive del loro stesso utilizzo in giardino. Il rabarbaro si abbina bene alle fragole, che sono anche una pianta perenne fruttifera Assicurati di piantare abbastanza di entrambi per garantire marmellate, gelatine e salse di ottimo gusto per gli anni a venire.

2) Acetosa

L’acetosa (Rumex acetosa) è uno dei primi germogli che emergono dal terreno ogni primavera. Chiamalo pungente o limone, l’acetosa ha un sapore unico a cui ci vuole un po’ per abituarsi. Eppure, fornisce molti nutrienti essenziali mentre emergiamo dall’inverno.
L’acetosa produce bene fino a giugno, poi inizia a fiorire. Avrai voglia di raccogliere le foglie mentre sono giovani e tenere per la migliore salsa di acetosa.
Dal momento che l’acetosa non viene venduta come prodotto da supermercato, trova dei semi e piantane uno tuo.

3) Erba cipollina

L’erba cipollina (Allium schoenoprasum) viene venduta nei mercati e nei negozi. La domanda è quanto è fresco quando arriva sul tuo tavolo?
Non è finalmente meglio uscire, raccogliere un piccolo bouquet, tritarli e aggiungerli a insalate e zuppe, tutto in pochi minuti? Inoltre, ci sono molti usi brillanti per l’erba cipollina e i suoi fiori.
Sarai felice di sapere che l’erba cipollina è molto resistente. Coltivatori così vigorosi, infatti, che dovranno dividere ogni pochi anni.

4) Asparagi

Se hai spazio extra nel tuo giardino, gli asparagi (Asparagus officinalis) prenderanno volentieri il sopravvento. Crescono per alcuni decenni e offrono meravigliose lance di asparagi in cambio delle tue amorevoli cure.
Ma gli asparagi possono essere schizzinosi su dove risiedono. Amano il sole e il terreno ben drenato. Una volta radicati, sono qui per restare.
Coltivare gli asparagi non è esattamente per i principianti, ma se ne mangi molti, imparare a coltivarli diventerà una seconda natura. Gli asparagi possono essere coltivati ​​da seme, ma è molto più facile piantare corone a radice nuda direttamente nel terreno.

5) Topinambur

Il topinambur (Helianthus tuberosus) resiste e prolifera in modo affidabile anno dopo anno. Un’estate abbiamo trascorso tre mesi senza pioggia e senza acqua nel pozzo per innaffiare il nostro giardino.
Cosa è sopravvissuto? Salvia e topinambur. Se stai cercando una pianta perenne resistente alla siccità, eccola.
Attenzione: se siete nuovi alla coltivazione e al consumo del topinambur, non mangiatene troppi in una volta. Non sono un sostituto delle patate.

6) Carciofo

In termini di altezza, i carciofi (Cynara scolymus) sono spesso i migliori. Sono belli dalla testa ai piedi e, sebbene abbiano una lunga stagione di crescita, il sapore vale l’attesa.
I carciofi possono essere coltivati ​​come annuali o perenni. In quest’ultimo caso, devono essere protetti durante i mesi invernali. Prima di piantare, scopri quali varietà crescono meglio nella tua zona, quindi attendi 2 anni per il primo raccolto.
Potresti aver iniziato a notare che le piante perenni condividono un tema comune: dovrai aspettare un po’ prima che funzionino al meglio.

7) Rafano

Se stai cercando di aggiungere un po’ di calore ai tuoi pasti invernali, un po’ di rafano grattugiato fa molto. Il modo migliore per raggiungere questa radice è raccoglierla fresca, purché tu possa scavare il terreno.
Il rafano (Armoracia rusticana) appartiene alla stessa famiglia delle crocifere di broccoli, cavoli e cavoletti di Bruxelles, ma è più duro di tutti e tre messi insieme.
Aggiungi radici piccanti alla tua insalata di patate o servi un Bloody Mary piccante a seconda dell’ora del giorno e della compagnia, ovviamente.

8) Crescione

Se ti piacciono le foglie leggermente pepate, simili a quelle della rucola/rucola, allora adorerai il crescione del tuo giardino.
Come coltivare il crescione (Nasturtium officinale), chiedi?
Non è la pianta più facile da mantenere in quanto è anche attraente per molti parassiti come lumache, lumache, mosche bianche e acari.
Ma alcune delle cose migliori della vita richiedono tempo e lavoro. Con la giusta configurazione, puoi raccogliere le vitamine A e C dal crescione tutto l’anno. Inoltre, il crescione è ricco di niacina, tiamina e ferro, meglio di una normale insalata!

9) Aglio

Conosci già i vantaggi di piantare l’aglio (Allium sativum) in autunno, ora stai per scoprire che puoi tenerlo anche in piena terra come pianta perenne.
Lascia i bulbi nel terreno per alcune stagioni (ammesso che tu non dissotterri il giardino!) e lascia che si moltiplichino da soli. Ti ritroverai con un mucchio di piccoli bulbi, non teste intere, ma mucchi di scapi d’aglio da usare. Ed è una cosa meravigliosa!
Ora puoi dividere questi singoli bulbi e piantarli come faresti con un singolo chiodo di garofano e continuare a raccogliere.

10) Cavolo o cavolo

Il cavolo riccio o cavolo riccio (Brassica oleracea var. sabellica) è un annuale resistente con un breve tempo di raccolta.
La vera bellezza è che puoi raccogliere le foglie fino a quando non arrivano le prime gelate e i fiocchi di neve volano.
Tecnicamente, il cavolo è una pianta biennale, ma viene trattata come annuale. Tuttavia, può anche essere perenne, a seconda di come estendi la tua realtà.
Se lo lasci in giardino durante l’inverno, coperto di pacciame, comincerà a ricrescere all’inizio della primavera, emettendo nuovi germogli e foglie. Ancora una volta, ci vuole un approccio senza scavi, quindi assicurati di pianificare il tuo giardino di conseguenza.

Quindi sei convinto di lasciare un posto alle verdure perenni nel tuo orto?