Press ESC to close

5 modi naturali per rimuovere i pesticidi da frutta e verdura

Per fare scorta di vitamine, una dieta equilibrata va di pari passo con il consumo quotidiano di frutta e verdura fresca. Ma, se valorizzano le nostre ricette salate e dolci, ci sono comunque delle norme igieniche di cui tenere conto. Numerosi studi, infatti, hanno dimostrato un’elevata presenza di pesticidi tossici e metalli pesanti negli alimenti che consumiamo regolarmente. Dai pomodori ai cetrioli, passando per mele e uva, tutti questi alimenti che inseriamo volentieri nei nostri menu devono essere privi di pesticidi. Sicuramente, per ovviare al problema, le piante da agricoltura biologica sono quelle più consigliate. Ma a volte sono meno accessibili e più costosi!

Per molti, la soluzione più semplice è sbucciare frutta e verdura per evitare rischi tossici. Tuttavia, anche lì, non si è esenti dal lavarsi. Anche se intendi rimuovere la buccia da una mela o da una pera, devi prima lavarla. Tuttavia, non dimenticare che la pelle è proprio quella che contiene il massimo numero di nutrienti benefici per l’organismo. Perché privartene? Tuttavia, anche se sciacquate accuratamente il cibo sotto l’acqua, non avrete la certezza di aver eliminato la maggior parte dei pesticidi. Per garantire che nel vostro piatto siano presenti solo piatti sani, la cosa migliore è adottare un’igiene impeccabile.

Per mantenere la buccia della frutta e della verdura priva di sostanze indesiderate, esistono alcuni consigli naturali da applicare. Prima di cucinarli e mangiarli, ecco 5 consigli pratici per eliminare i pesticidi!

1) Acqua

Lavare frutta e verdura

Il modo più semplice ma anche più importante per eliminare i pesticidi è lavare frutta e verdura con acqua. Se possibile è meglio utilizzare acqua leggermente salata. Attenzione: non usare mai sapone o detersivo per piatti per pulirli!

L’acqua fredda può aiutare a eliminare la maggior parte dei residui di pesticidi. Gli alimenti che dovrebbero essere lavati accuratamente includono pomodori, pere, pesche, prugne, mele e uva. Ricordatevi anche di lavare con molta attenzione la lattuga, che contiene molti nitrati e pesticidi. Per una precauzione ancora maggiore, puoi anche cuocere a vapore i tuoi cibi.

NB:  Se si intendono utilizzare bucce di arancia o di limone per preparazioni culinarie, si consiglia di leggere le istruzioni che le accompagnano. In alcuni casi, si potrebbe dire che non è possibile consumarli (o utilizzarli per scopi cosmetici), poiché potrebbero contenere sostanze chimiche davvero dannose per la salute. Per questo consigliamo di lasciare la buccia solo su frutta biologica o di sicura provenienza.

2) Bicarbonato di sodio

Secondo diversi studi,  il bicarbonato  rimane molto efficace nel rimuovere gran parte dei pesticidi da un vegetale e quindi rinforza il lavaggio con acqua. La pasta di questo ingrediente naturale è particolarmente indicata per pulire pere, peperoni, melanzane e mele.

Per preparare questa pasta, mescola un cucchiaino di acqua con un cucchiaio di bicarbonato di sodio. Applicare la miscela sul cibo utilizzando uno spazzolino da denti. I piccoli frutti come uva, more o fragole vanno messi a bagno in una ciotola riempita con un litro d’acqua e un cucchiaio di bicarbonato. Lasciarli a bagno per un quarto d’ora. Un modo rassicurante per ridurre i rischi di esposizione ai pesticidi.

3) Aceto bianco

Come il bicarbonato di sodio, puoi anche scegliere di utilizzare l’aceto bianco. Questo altro ingrediente naturale è consigliato anche per eliminare i pesticidi dalla frutta e dalla verdura. In particolare per lattuga e spinaci, riconosciuti tra gli ortaggi più contaminati.

Basta aggiungere un bicchiere di aceto bianco e due bicchieri d’acqua in un contenitore. Mettere a bagno frutta e verdura per circa 20 minuti, quindi sciacquare con acqua fredda per qualche secondo.

4) Bicarbonato e limone

Bicarbonato e limone

La combinazione di bicarbonato e limone sarà anche una tecnica di pulizia del cibo per liberarlo dalla maggior parte dei residui tossici per l’organismo.

Preparare uno spray mescolando una tazza d’acqua, 2 cucchiai di bicarbonato di sodio e un cucchiaio di  succo di limone . Spruzzare questa miscela direttamente su mele, pere, spinaci, lattuga, ecc. Lasciare agire la miscela per circa 10 minuti prima di risciacquare con acqua fredda.

5) Sale

Sale

Come vi abbiamo detto sopra, applicare un lavaggio con un po’ di sale può essere ancora più giudizioso. Lavate la frutta e la verdura che andrete a cuocere non solo sotto l’acqua corrente ma anche salandola. Quest’ultimo facilita l’estrazione di pesticidi, prodotti fitosanitari e suolo. Inoltre, se cospargete di sale grosso la  padella  in cui state grigliando, sarà più sicuro.

Non è più necessario rimuovere sistematicamente la buccia da frutta e verdura, che sono ricche di nutrienti essenziali per la salute. Ora hai i migliori consigli per mangiare cibi sani senza il rischio di tossicità. Sta a te adottare questi buoni riflessi ogni giorno!