Ti chiedi spesso da dove possano provenire quegli odori sgradevoli che fuoriescono dalla tua lavatrice? Sono semplicemente il risultato di sporco e muffa che si accumulano nella gomma del tamburo, nel filtro o in vari angoli del dispositivo. Il che implica che la sua manutenzione non è regolare. E che sicuramente commetti degli errori di manipolazione. Risultato: i cattivi odori si susseguono e il lavaggio dei capi non sempre è ottimale. Ecco 5 regole d’oro per pulire velocemente la tua lavatrice e liberarti di questo problema ricorrente.

Aerare il tamburo della macchina

Lasciare aperto lo sportello della lavatrice

Ti capita a volte di fare il bucato e di accorgerti che i vestiti, anche dopo essere stati ben lavati, hanno un cattivo odore, come un indelicato odore di muffa? Questo problema di solito deriva dalla miscela di umidità e calore all’interno della macchina. Se la gomma non è asciutta, è un ambiente ideale per lo sviluppo di batteri e muffe che generano i suoi odori sgradevoli.

La soluzione ? Dopo ogni ciclo di lavaggio, una volta tolta la biancheria, invece di chiudere sistematicamente il cestello, lasciare sempre  aperta la porta della lavatrice  , per consentire una ventilazione ottimale. Il flusso di aria fresca accelererà il raffreddamento del dispositivo e i germi avranno meno possibilità di moltiplicarsi. Si consiglia inoltre di aprire il cassetto della lavatrice.

Controllare lo stato della guarnizione del tamburo

La guarnizione in gomma del tamburo è spesso messa a dura prova: subisce danni da piccoli oggetti di ogni genere dimenticati all’interno dei vestiti, come monete, banconote o chiavi. Possono essere appesi anche fazzoletti, peluche o altri bottoni. Non solo si sporca facilmente, ma può anche danneggiarsi o rompersi durante il lavaggio.

Inoltre, anche prima del lavaggio, quando si ordina il bucato, controllare sempre le tasche dei pantaloni e delle giacche. E anche dopo il lavaggio, assicurati che nulla disturbi la tenuta del tamburo. Inoltre, si consiglia di pulirlo ogni 6-8 settimane. Hai solo bisogno di usare un detergente delicato per pulire correttamente l’intera superficie della porta. Quindi asciugare semplicemente con un panno asciutto per bandire l’umidità.

Pulire accuratamente il cassetto del detersivo

Cassetto detersivo aperto

Spesso trascurato durante la pulizia, anche il cassetto del detersivo richiede un’attenta manutenzione. Controllare attentamente se nel  cassetto della lavatrice è ancora presente del liquido o della polvere . È quindi importante rimuovere frequentemente il cassetto per arieggiarlo e pulirlo accuratamente. Puoi disinfettarlo con aceto bianco, un detergente naturale che eliminerà ogni traccia di sporco e neutralizzerà i cattivi odori. Per questo, è necessario immergere un panno pulito nel liquido e pulire meticolosamente la superficie. Per gli angoli difficili da raggiungere, usa uno spazzolino o un vecchio spazzolino da denti.

NB  : se i divisori sono estraibili dal cassetto, puoi metterli direttamente in lavastoviglie per un lavaggio a bassa temperatura.

Disinfettare l’interno della macchina

Non vi diremo mai abbastanza: una pulizia regolare della vostra lavatrice ne allunga notevolmente la vita e ne migliora le prestazioni. Ricordiamo che semplici residui di detersivo in polvere incastrati nella macchina possono causare rapidamente incrostazioni, che possono portare anche a un maggiore consumo di energia elettrica quando l’apparecchio è in funzione.

Una soluzione efficace? Acido citrico. Questo detergente è ideale per disinfettare, decalcificare e deodorare la lavatrice. Versare nel cestello 7-8 cucchiai di prodotto e azionare la lavatrice sottovuoto a 90°C. Non hai l’acido citrico a portata di mano? L’aceto bianco andrà bene. Versane un po’ nel cassetto della biancheria o immergi semplicemente un panno da cucina e mettilo direttamente nel cestello. E fai la stessa operazione. L’interno della macchina sarà pulito e immacolato!

Assicurarsi che il filtro non sia intasato

Infine, ultima regola d’oro: il filtro deve essere sempre perfettamente funzionante. Il più piccolo ostacolo può impedire  la lavatrice per funzionare correttamente. Tuttavia, tende ad accumulare tutti i tipi di oggetti come lanugine o bottoni e può quindi facilmente intasarsi. Inoltre, per evitare questo intasamento, è fondamentale pulirlo regolarmente in modo da bandire eventuali residui di sporco che potrebbero ostruirlo. Ogni due mesi circa, o anche meno, purificare il filtro, rimuovendo accuratamente pelucchi e depositi di sporco. Se non sei sicuro di dove si trovi il filtro della lavatrice, il manuale di istruzioni ti fornirà tutte le informazioni di cui hai bisogno. Tutto dipende dal modello, ma di solito è nascosto dietro un piccolo portello nella parte inferiore della parte anteriore del dispositivo.

Ecco come pulirlo:

  • Avrai bisogno di una ciotola, un panno, della carta assorbente, un coltello o un cacciavite.
  • Posizionare il panno sul pavimento sotto la lavatrice per assorbire l’eventuale acqua residua.
  • Aprire l’involucro del filtro, utilizzando il coltello o il cacciavite se necessario.
  • Ora apri il coperchio del filtro, rimuovi lo schermo e mettilo da parte.
  • È meglio rimuovere lo sporco con le dita, quindi usa un tovagliolo di carta o indossa guanti di gomma.
  • Quindi pulire bene lo schermo rimosso con un po’ d’acqua per rimuovere pelucchi e residui di sporco.
  • Infine, rimontare tutte le parti.
  • Ovviamente questo processo varia da macchina a macchina, tutto dipende dal tipo di filtro che hai.