“Comunque, continueremo! Non facciamo niente di male! alcuni dicono: “Devi stare attento, non puoi sempre fare quello che vuoi!” dicono altri. La segnalazione di autovelox tramite GPS e applicazioni di assistenza alla guida solleva sempre molte domande. Gli automobilisti hanno il diritto di farlo? Spiegazione.

La segnalazione degli autovelox su determinate applicazioni è regolamentare? Ecco alcune risposte.

Gli automobilisti hanno il diritto di segnalare gli autovelox sulle domande di assistenza alla guida?

Radar sulla strada

Flashback, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, decreto n°2021-468 del 19 aprile 2021, ha vietato al GPS e alle applicazioni di assistenza alla guida di segnalare i  controlli di velocità  dal 1 ° novembre  2021. Quindi qualsiasi messaggio volto a segnalare la presenza tramite geolocalizzazione della polizia sulle varie applicazioni, era vietato. Non appena è stato pubblicato, i responsabili di alcune applicazioni come “Coyote” non hanno esitato a contestare questo divieto, sostenendo che fosse un ostacolo alla libertà di espressione . Hanno quindi deciso di sequestrare il Consiglio costituzionale, al fine di invalidare questa legge.

Quest’ultimo ha infine reso la sua decisione a favore della domanda francese, vale a dire “Coyote”. Il Consiglio ha stabilito che la legge era in “parziale non conformità” con la Costituzione. Riteneva inoltre che,  vista l’importanza assunta da questo tipo di servizi, poter accedere liberamente a questo tipo di informazioni facesse parte del diritto alla libertà di movimento e di comunicazione . Inoltre, il Consiglio ha sostenuto che questo tipo di divieto si applica ai controlli effettuati dalla polizia, nell’ambito della ricerca di individui in fuga o anche di sospetti pericolosi.

Sì, gli automobilisti hanno il diritto di segnalare i controlli degli autovelox

Usa un'app di assistenza alla guida

Il dibattito quindi non esiste più, visto che non è illegale segnalare la presenza di autovelox su GPS e applicazioni di assistenza alla guida . Naturalmente, va ricordato che questo rapporto non può essere effettuato durante la guida. Ricorda infatti che è vietato utilizzare il cellulare durante la guida. Tale reato è punito con una multa di 135 euro  e il ritiro di tre punti sulla patente di guida. Inoltre,  la condivisione di queste informazioni potrebbe avere un impatto positivo sul traffico . In effetti, gli automobilisti potranno adattare la loro velocità e saranno tentati di guidare con maggiore prudenza.

Tuttavia, e sebbene siamo liberi di indicare o meno la presenza di autovelox su determinate applicazioni, va ricordato che queste ultime non sono state create per trasmettere specificamente questo tipo di informazioni e che non devono in nessun caso essere utilizzate solo per monitorare le azioni della  polizia .