Durante la stagione estiva, e soprattutto durante le ondate di caldo, l’aria condizionata resta quasi indispensabile per rinfrescare la casa. Alcuni però non hanno questi dispositivi o preferiscono altre alternative in modo che la bolletta della luce non sia troppo alta a fine mese. Come affrontare il caldo senza l’ausilio dei condizionatori? Ecco alcuni consigli da mettere in pratica in casa per non soffocare per tutta l’estate.

Non appena le temperature iniziano a salire, il primo riflesso che facciamo in casa è quello di accendere i nostri condizionatori. Una volta che l’ambiente è fresco, ci si sente subito sollevati e la sensazione di soffocamento scompare. Solo che l’aria condizionata non ha solo vantaggi. Se questi dispositivi non sono ben mantenuti e puliti regolarmente, possono introdurre allergeni nell’aria che respiriamo. Inoltre, anche lo shock termico dovuto alla differenza di temperatura tra interno ed esterno è dannoso per la salute. Per non parlare del fatto che è tutt’altro che economico poiché consuma molta elettricità. Ma state tranquilli, è possibile stare al fresco durante i caldi mesi estivi anche senza ricorrere a questi dispositivi di raffreddamento.

Soluzioni utili per rinfrescare la casa senza aria condizionata

condizionatore

Durante un’ondata di caldo estivo, niente è più salvavita del comfort dell’aria condizionata che rinfresca i nostri soggiorni. Ma per alcune persone più sensibili di altre, prede di malattie respiratorie, questo dispositivo non è l’opzione migliore. Allora come si fa a mantenere fresca una casa d’estate senza aria condizionata?

  • Il trucco più semplice è mettere un asciugamano umido sulle  finestre  di notte. Sarà particolarmente utile poiché assorbe il calore e introduce aria fresca in casa.
  • Ti consigliamo di utilizzare lenzuola di cotone leggero che tendono a rimanere più fresche rispetto ai tessuti sintetici. Per quanto riguarda i cuscini, opta invece per i modelli di grano saraceno, in grado di far passare l’aria senza trattenere il calore corporeo.
  •  Durante le notti più calde, usa un cuscino rinfrescante da mettere sotto la testa. Piccolo consiglio: per mantenere i piedi freschi, utilizzate una bottiglia d’acqua (precedentemente raffreddata in congelatore) che avvolgerete attorno ad un panno sottile.
  • Durante il giorno, assicurati che tutte le finestre siano chiuse. Se l’aria esterna è più calda di quella interna, la tua casa rimarrà un po’ più fresca.
  • Un’altra raccomandazione importante: se possibile, evitate di utilizzare gli apparecchi elettrici che scaldano di più. È meglio non usare troppo il forno per cucinare e prediligere la preparazione di cibi che non richiedano una cottura troppo lunga sul fornello. Spegni televisori e computer il più spesso possibile. È stato dimostrato che la quantità di calore di tutti questi dispositivi può aumentare la  temperatura  fino a 2 o 3 gradi.

Altri consigli per rinfrescare la casa

apri finestra001

Un altro fattore estremamente importante che può aiutarti a ridurre la temperatura ambiente è il controllo dell’umidità in casa. Secondo gli esperti, riducendo l’umidità del 70-40%, sentirete molto rapidamente un calo della temperatura di circa 3-6 gradi.

Gli specialisti sottolineano anche che gli  elettrodomestici da cucina  portano calore non necessario in casa. Le lampadine a incandescenza in particolare emettono la maggior parte del calore, sprecando il 90% dell’energia che utilizzano. Pertanto, il passaggio alle lampadine a LED può fare la differenza nel mantenere la tua casa più fresca più a lungo. Come bonus, e questo non è trascurabile, contribuiranno a ridurre la bolletta della luce.

Infine, se abiti in una zona dove la temperatura scende di notte, è meglio aprire le finestre prima di andare a letto. Ma non dimenticare di chiuderli la mattina successiva per mantenere l’aria fredda all’interno prima che fuori diventi troppo calda.