Sempre più persone stanno adottando la tendenza “verde” limitando le azioni dannose per l’ambiente. E sembrerebbe che il settore funerario non faccia eccezione. In effetti, un’idea abbastanza innovativa è in circolazione da alcuni anni e sta persino iniziando a farsi strada nella mente delle persone. Queste sono bare di cartone.

Quando ci rendiamo conto che il materiale principale utilizzato per la fabbricazione delle bare è il legno, ciò implica che anche la nostra morte può avere un impatto notevole sull’ambiente. Nel 2015 Martine Saussol, inventrice della bara ecologica in cartone a nido d’ape Eco-cerc, approvata per la cremazione, ha protestato contro quello che ha definito un “massacro”. Secondo le sue parole riportate da Le Monde , ci vorrebbe “ una quercia di 80 anni per fare 5 bare ”. 

bara di cartone

La bara di “cartone” – Fonte: Technoteinc

La bara “di cartone”, una pratica che si sta diffondendo

Se questa pratica sta guadagnando sempre più seguaci è perché le opinioni sono via via più favorevoli a questa alternativa ecologica alle bare di legno . “Tra il 2018 e il 2019, abbiamo avuto più di 1.000 direttori di pompe funebri che hanno ordinato bare di cartone per i loro clienti. La domanda è sempre più forte”, ha assicurato Brigitte Sabatier, responsabile dell’azienda AB Crémation, presso Dauphiné Libéré . I modelli 100% ecologici sono progettati utilizzando fogli di carta riciclata, manici di juta o cotone intrecciato, inchiostri acquosi e colla vegetale. Meno costosi dei cofanetti in legno, possono anche essere personalizzati con immagini. 

bara di cartone1

Cofanetti ecologici personalizzati – Fonte: Technoteinc

Philippe Martineau, un operatore funebre francese, ha spiegato a Le Monde che era importante qualificare il termine “cartone” perché rimane generico e spesso associato al campo dell’agroalimentare. Qui “non si parla più sistematicamente di legno ma di materiali che devono essere caratterizzati da una certa resistenza al fuoco e alla pressione”, ha spiegato, riferendosi in particolare alla cellulosa, alle particelle di legno e alle fibre di carta riciclata contenute in questo materiale utilizzato per realizzare bare ecologiche. L’obiettivo è quindi semplice: soddisfare gli stessi bisogni umani , senza causare danni al pianeta. 

bara di cartone2

Bara personalizzata – Fonte: Technoteinc

Come optare per un funerale ecologico?

Secondo un articolo di Femme Actuelle, in Francia la scelta della sepoltura è limitata alla sepoltura o alla cremazione. Inoltre, la bara è obbligatoria, indipendentemente dall’opzione preferita. In questo senso, optare per un modello che abbia un impatto minimo sull’ambiente resta una scelta individuale . Per Brigitte Sabatier, fondatrice dell’azienda che utilizza colle vegetali e carta riciclata per le sue bare, il cartone oggi non ha più una connotazione peggiorativa. Un risultato che la delizia perché ha dovuto lottare per diversi anni con i professionisti e l’amministrazione per far adottare questi modelli. Inoltre, spera che questo materiale ecologico sia autorizzato alla sepoltura. 

A Toutlemonde, una città nel dipartimento del Maine-et-Loire, il comune si sarebbe ispirato ai paesi nordici per offrire un’alternativa ecologica ai cittadini : bare biodegradabili progettate utilizzando un derivato del cartone. Secondo Ouest-France , ad esso sarà dedicata solo una parte del cimitero, a causa della profondità della sepoltura richiesta. 

E le bare miste?

In assenza di una bara di cartone per la cremazione, Brigitte Sabatier suggerisce di optare per le cosiddette bare miste. Questi ultimi consistono nell’utilizzo di un’impiallacciatura di legno per la finitura . La cosa principale per la donna impegnata e determinata a diffondere questa pratica è evitare a tutti i costi la quercia, “perché è necessario abbattere alberi molto belli per fare bare che dureranno solo pochi giorni prima di essere bruciate”. Un’iniziativa che manca di senso ecologico, “E inoltre, è molto più costosa”, ha detto.