La maggiorana dolce o origano (Origanum majorana) è una pianta a crescita bassa originaria del Mediterraneo, forma una bella siepe verde o bordura estiva. Una pianta dai colori tenui, la maggiorana ha foglie sottili, grigio-verdi e, all’inizio dell’estate, piccoli fiori nodosi lungo il fusto. La maggiorana cresce bene direttamente in giardino o in contenitori, e puoi piantare una bella finestra con una composizione di maggiorana, prezzemolo, basilico e annuali estive.


Manutenzione, suolo e semina:

Pianta la maggiorana in un vaso, quindi pianta il vaso nel terreno.

Nella maggior parte delle aree, la maggiorana non svernerà all’aperto. Puoi piantarlo in un vaso nel terreno e poi portare la pianta in casa durante i mesi più freddi.

Pianta la maggiorana in primavera quando non c’è pericolo di gelo. La maggiorana dolce cresce lentamente, quindi è meglio iniziare con piante giovani piuttosto che con semi autogerminanti. Piantali a 20 cm di distanza in pieno sole in un terreno ricco e ben drenato con un pH compreso tra 6,7 ​​e 7,0, aggiungendo un fertilizzante a lenta cessione al terreno al momento o prima della semina. Continua a concimare per tutta la stagione di crescita. La maggiorana dolce raggiungerà circa 25-50 cm di altezza. Assicurati di tagliare le piante quando compaiono i boccioli (e prima che fioriscano) per garantire una crescita continua.

 

Se vivi al nord e vuoi continuare a sgranocchiare la maggiorana dopo l’inverno, prendi le talee dalla tarda primavera a metà estate per tenerle in vaso al chiuso per l’inverno. Altrimenti, trapianta le piante in autunno. La maggiorana può anche essere divisa in primavera o in autunno per ottenere nuove piante.

Cure e malattie:

I nodi sulla maggiorana sono in realtà i fiori della pianta.

La maggiorana dolce produce fiori che iniziano ad assomigliare a piccoli nodi. Questo sorprende molti nuovi giardinieri, ma state tranquilli, queste cime sono perfettamente normali.

Nota che la cura della maggiorana dolce varia a seconda della tua posizione. Nelle zone calde, la maggiorana dolce è perenne, ma dovrai usare un pacciame per la protezione invernale. La maggiorana nelle zone più fresche può essere pacciamata anche in inverno, e anche in questo caso non vi è alcuna garanzia di sopravvivenza al freddo. La maggiorana dovrebbe essere coltivata solo come annuale estiva in inverni molto freddi. Tuttavia, va anche notato che la maggiorana non resiste al caldo e all’umidità dell’estate in alcune zone.

Innaffia le piante durante il caldo intenso prolungato, ma assicurati di non esagerare, poiché la maggiorana dolce ama un clima leggermente secco.

Raccolta e conservazione:

Potare leggermente la maggiorana, specialmente nelle aree in cui cresce come una pianta perenne.

Rimuovi i vecchi steli legnosi dalla maggiorana per consentire ai nuovi steli di produrre una crescita saporita.

Raccogli le foglie di maggiorana secondo necessità, iniziando da 4 a 6 settimane dopo la semina.

La maggiorana è un’erba molto utile perché conserva il suo sapore anche se essiccata. Per essiccare la maggiorana, raccogli le foglie subito dopo la comparsa dei boccioli, ma prima che si aprano, rimuovendo non più di un terzo delle foglie della pianta in un raccolto. Una volta che le foglie si saranno asciugate, staccatele dal gambo. Puoi raccogliere di nuovo quando i boccioli dei fiori riappaiono più avanti nella stagione.

Usi:

La maggiorana dolce, usata leggermente alla fine della cottura, aggiunge un sapore gradevole e delicato a verdure come spinaci, fagioli, piselli e carote. È anche molto buono nelle insalate e nei burri alle erbe, così come nei condimenti per insalata.