Se ti piacciono gli spinaci ma la pianta tende a seminare troppo velocemente nella tua zona, prova a coltivare l’oracchio da giardino.

Cos’è l’orache da giardino?

Continua di seguito per imparare come coltivare l’orache da giardino e trovare maggiori informazioni sulla pianta, sui suoi bisogni e sulla cura di essa.

L’oraco da giardino è una pianta della stagione fresca, è un’alternativa alla stagione calda agli spinaci che ha meno probabilità di andare a seme. L’orache è un membro della famiglia delle Amaranthaceae secondo la classificazione filogenetica (precedentemente famiglia delle Chenopodiaceae), l’orache (Atriplex hortensis), è anche conosciuta come orache da giardino, orache rosse o spinaci di montagna. A volte è anche chiamato arronse, belle-dame, bonne-dame, cavolo dell’amore, spinaci giganti, falsi spinaci, erode, folette. Il nome orache deriva dal latino “aurago” che significa “erba d’oro”.

 

Originario dell’Europa e della Siberia, l’orache è probabilmente una delle piante coltivate più antiche. Viene coltivato in Europa e nelle pianure settentrionali degli Stati Uniti per sostituire gli spinaci freschi o cotti. Il sapore ricorda quello degli spinaci ed è spesso associato alle foglie di acetosella. I semi sono anche commestibili e sono una fonte di vitamina A.
Vengono macinati e mescolati alla farina per fare il pane. I semi sono anche usati per fare una tintura blu.

Un’erba annuale, l’orache, è disponibile in quattro varietà comuni, la più comune è l’orache bionda o bianca. L’oracchio biondo ha più foglie dal verde pallido al giallo piuttosto che bianche. C’è anche un orach rosso con steli e foglie rosso scuro. L’oracchio verde è una pianta vigorosa con portamento angoloso e foglie rotonde di colore verde scuro.

Sull’orache bionda sono le più coltivate, le foglie sono a forma di freccia, flessibili e con una leggera seghettatura e sono lunghe da 8 a 10 cm per 4-6 cm di diametro. Le bionde orache crescono rapidamente e raggiungono un’altezza da 1,50 m a 1,80 m, accompagnate da un gambo di semi che può raggiungere i 2 m di altezza.

I fiori sono privi di petali e sono piccoli, verdi o rossi a seconda della varietà coltivata. Una ricchezza di fiori appare nella parte superiore della pianta. I semi sono piccoli, piatti e color ruggine, circondati da un guscio giallo pallido simile a una foglia.

Come coltivare l’oracchio da giardino:

Orach viene coltivato come gli spinaci.
I semi dovrebbero essere seminati in pieno sole fino all’ombra parziale circa 2-3 settimane dopo l’ultimo gelo della tua zona. Semina i semi a 1 cm di profondità, a 4 cm di distanza in file a 30 cm di distanza.

Con temperature di germinazione comprese tra 10 e 18°C, i semi dovrebbero germogliare entro 7-14 giorni. Assottiglia le piantine a 12-20 cm nella fila. Le giovani piantine possono essere mangiate, in insalata come qualsiasi altro giovane germoglio.

Successivamente, la pianta richiederà poche cure da parte tua se non per mantenere le piante umide. Sebbene l’oracchio sia resistente alla siccità, le foglie avranno un sapore migliore se mantenute irrigate. Questa deliziosa pianta tollera sia il terreno alcalino che il sale ed è anche resistente al gelo.

Orache funziona perfettamente anche come piantagione in contenitori.

Raccolto:

Raccogli le foglie e gli steli teneri quando le piante sono alte 8-12 cm, circa 40-60 giorni dopo la semina. Continua a raccogliere le foglie giovani man mano che maturano, lasciando quelle vecchie sulla pianta. Pizzica i boccioli dei fiori per incoraggiare la ramificazione e la produzione continua di nuove foglie. È possibile effettuare piantagioni successive fino a quando il clima non si riscalda e, nei climi più freddi, è possibile effettuare piantagioni di metà estate per un raccolto autunnale.