Le patate o jicama sono ortaggi a radice, tradizionalmente coltivati ​​in Messico e in America centrale, da dove hanno avuto origine. Jicama può essere consumato crudo o cotto. Aggiunge delicata dolcezza e croccantezza alle insalate ma non molte calorie, rendendolo un tesoro di giardinieri e nutrizionisti.

Prodotta su una pianta vigorosa lunga oltre 4 m, la jicama ( Pachyrhizus erosus ) necessita di un graticcio, ma può essere utilizzata come protezione delle piante se installata su un pergolato, un portico, una serra o un capanno da giardino durante una lunga e calda estate. La coltivazione del jicama richiede tempo, poiché è necessaria una lunga stagione di crescita per produrre i gustosi tuberi sotterranei che vengono raccolti in autunno.

Piselli in crescita:

Per dare alla pianta jicama ciò di cui ha bisogno, scegli un luogo in pieno sole dove ci sia supporto per la vite in crescita. Inizia piantando i tuoi piselli dolci non appena le condizioni meteorologiche e il terreno si sono riscaldati.

Pianta i tuoi piselli dolci a 30 cm di distanza. Probabilmente otterrai 4-5 tuberi per pianta, quindi usalo come linea guida per determinare la quantità di piante, a seconda delle dimensioni della tua famiglia e del loro appetito per il jicama.

 

I piselli crescono meglio in terreni umidi ma ben drenati. Questa pianta vigorosa e golosa ha bisogno di una buona alimentazione, soprattutto di potassio per i tuberi commestibili.

Poiché tutte le parti della pianta, comprese le foglie, i fiori e i semi, sono velenose, è improbabile che i parassiti mangino la vite. Ci vuole solo un po’ di disinfestazione.

Puoi anche coltivare jicama in un grande contenitore se non hai spazio in giardino o vuoi sfruttare la vite come pianta ornamentale per scavalcare il tuo pergolato in estate.

Fai attenzione a non mangiare i fiori, i semi o le foglie perché sono velenosi. Pochi insetti nocivi disturbano la vite.

piselli di patate jicamaRaccolta e conservazione:

Scava i tuberi sotterranei il più tardi possibile prima che il gelo uccida la vite, preferibilmente 150 giorni o più dal momento in cui hai piantato il piede. Questo darà ai tuberi il tempo di crescere e ottenere una potatura abbastanza grande da poter essere raccolta e mangiata. Se vedi che la pianta inizia a morire, scava subito e raccogli i tuberi.

Fare attenzione a non danneggiare il tubero durante lo scavo. Li troverai da 7 a 15 cm di diametro. Lascia asciugare il terreno e puliscili con una spazzola morbida. Lavali quando sei pronto per mangiarli

Lo stoccaggio può essere complicato. Il jicama non tollera temperature inferiori a 10 gradi Celsius senza danni. Ciò significa che alcuni frigoriferi danneggeranno i tuberi. L’ideale è tra 12 e 16 gradi Celsius, spesso la temperatura di una cantina riscaldata, di una cantina o di un garage. Conservati correttamente, rimarranno freschi e deliziosi per due mesi.