L’acetosa è una pianta dal sapore pungente e di limone. Le foglie più giovani hanno un sapore leggermente più acido ma si possono usare le foglie più vecchie cotte al vapore o saltate in padella come gli spinaci.

L’acetosa è anche chiamata garzetta ed è un’erba perenne che cresce spontaneamente in molte parti del mondo. È ampiamente utilizzato nella cucina francese. Impara come coltivare l’acetosella e aggiungi un tocco di agrumi al tuo orto culinario.

Acetosa:

Esistono molte varietà di piante di acetosella ma la più comunemente usata in cucina è l’acetosella francese o acetosella (Rumex scutatus). L’acetosella (Rumex acetosella) detta anche crespino o acetosella è un classico della cucina poitevin, le foglie giovani possono essere consumate crude o in insalata, ma anche in frittate, torte salate o qualsiasi altro piatto a base di uova. . L’acetosella viene coltivata come erba da giardino e cresce fino a 24 pollici di altezza con steli eretti. Le foglie sono da lisce a rugose e lunghe da 8 a 15 cm. Quando l’acetosa non viene raccolta, produce un attraente fiore viola a spirale.

Piantare acetosa dal seme:

Semina semi di acetosa in primavera quando il terreno si è riscaldato.
Preparare un letto ben drenato con terreno ben arato. I semi dovrebbero essere distanti 15 cm e appena sotto la superficie del terreno.
Mantenere il letto moderatamente umido fino alla germinazione, quindi assottigliare le piante quando raggiungono i 5 cm di altezza. L’acetosa non avrà bisogno di molte cure extra, ma il letto dovrebbe essere diserbato e le piante dovrebbero ricevere almeno 1 pollice di acqua a settimana.

Come coltivare correttamente l’acetosa:

L’acetosella (Rumex acetosa) e l’acetosella (Rumex scutatus) sono le due varietà coltivate dell’erba. L’acetosella ha bisogno di terreno umido e condizioni temperate. L’acetosa a foglia tonda si comporta meglio se coltivata in aree asciutte e aperte con terreni inospitali.
Le piante hanno radici fittonanti molto profonde e persistenti e crescono bene con poche attenzioni.

Piantare acetosa dal seme o dividere le radici sono i due modi più comuni per propagare l’erba. L’acetosella inizia a crescere e fiorire quando anche le temperature iniziano a salire, di solito a giugno o luglio.
Quando ciò accade, puoi lasciare che la pianta fiorisca e godertela, ma rallenta la produzione di foglie.
Se vuoi incoraggiare una produzione di foglie più grande e più abbondante, taglia il gambo del fiore e la pianta ti darà qualche raccolto in più.
Puoi persino tagliare la pianta a terra e produrrà un nuovo raccolto pieno di fogliame.

Raccolta dell’acetosa:

L’acetosa può essere utilizzata dalla tarda primavera all’autunno, con una corretta gestione delle piante. Raccogli solo ciò di cui hai bisogno dalla pianta. È un po’ come la lattuga e le verdure, dove puoi tagliare le foglie esterne e la pianta continuerà a produrre fogliame.
Puoi iniziare a raccogliere quando le piante sono alte 10-15 cm. Le foglie più piccole sono migliori nelle insalate e aggiungono un sapore aspro. Le foglie più grandi sono più soffici. L’acetosa è un accompagnamento tradizionale delle uova e si fonde con zuppe e salse cremose.