Press ESC to close

Come posso essere sicuro che i miei gioielli siano vero oro?

Intramontabile e senza tempo, l’oro rimane uno dei metalli più preziosi al mondo, quindi molte persone continuano a considerarlo il miglior investimento che esista. Tuttavia, a meno che tu non sia un vero esperto in questo settore, non siamo mai al sicuro da certe truffe. In commercio, infatti, esistono molte repliche: quindi misurare la purezza di un gioiello e distinguere il falso dal vero è una vera sfida. Naturalmente l’opzione più affidabile e rassicurante sarebbe quella di farsi valutare direttamente da un professionista. Tuttavia, per coloro che non lo sanno, esistono ancora alcuni metodi intelligenti per verificare personalmente l’autenticità dei tuoi gioielli. Prendi nota di loro e mettili in pratica!

Questo metallo di colore giallo ha alcune caratteristiche che lo rendono autentico. Innanzitutto è necessario verificare che il gioiello presenti il ​​punzone della testa d’aquila: si tratta di un’indicazione importante, poiché si tratta del marchio ufficiale apposto dai gioiellieri, come simbolo di identificazione della sua provenienza, della sua finezza e della sua purezza. Ma non è tutto. Tra gli altri suoi tratti distintivi, l’oro è un metallo molto malleabile, resiste agli acidi, è inossidabile all’aria e non arrugginisce a contatto con l’acqua. In verità, più è puro (24 carati), più luminoso rimarrà. Quando l’oro alla fine si ossida, con la comparsa di alcune macchie scure, ciò significherebbe che i gioielli sono generalmente inferiori a 14 carati.

Ecco alcuni suggerimenti per verificare se i tuoi gioielli sono davvero oro vero.

Gioielli in oro – provenienza: spm

Come verificare l’autenticità dell’oro in gioielleria?

Mordi i tuoi gioielli!

Hai appena comprato un bellissimo braccialetto d’oro? Per garantirne la purezza e l’autenticità, questo mezzo è molto efficace. Devi sapere che l’oro è un metallo tenero che, quando è veramente puro, si segna abbastanza facilmente. Inoltre, per verificare se si tratta davvero di un vero pezzo d’oro, il test del morso è l’ideale: una leggera pressione con i denti può essere rivelatrice. Se, dopo aver morso il gioiello, noti piccoli segni, allora o è davvero oro puro oppure è placcato in oro. Perché sì, è importante specificare che questo test non è del tutto infallibile, poiché ci sono gioielli che ricevono un bagno d’oro superficiale. Tuttavia, se non vedi alcun segno, probabilmente il tuo braccialetto non è d’oro.

NB  : per evitare di danneggiare o alterare la bellezza dei vostri gioielli, la morsicatura dovrà essere effettuata molto delicatamente su una parte poco visibile.

Controlla il colore

L’oro vero ha un colore giallo uniforme. Inoltre, i gioielli che non sono in oro puro rivelano aree di usura che dimostrano la presenza di un altro metallo. Qualche consiglio per rilevarlo? Prendi un contagocce e riempilo con aceto bianco. Metti i tuoi gioielli sul tavolo e versaci sopra qualche goccia di aceto. E lì osserva attentamente cosa succede: se noti che il metallo cambia colore, allora questo pezzo non è così prezioso come pensavi. D’altra parte, se il colore rimane lo stesso, si tratta davvero di gioielli in oro puro.

Fai un esame della vista

Per scoprire se i tuoi gioielli sono in vero oro, placcati in oro o se sono addirittura contraffatti, usa una lente d’ingrandimento per controllarli ad occhio nudo. Si tratta di un’analisi approfondita che permette di verificare se la moneta è effettivamente d’oro. Esaminando attentamente il pezzo controllate soprattutto se è presente il famoso punzone, il marchio che ne indica la purezza e il numero di carati. Se non è affatto visibile, ciò potrebbe essere la prova della sua falsità. Tuttavia, se si tratta di un vecchio gioiello, è possibile che questo segno sia sbiadito nel tempo. Allo stesso modo, alcuni contraffattori riescono a riprodurlo perfettamente. È allora meglio osservare di più per verificare, ad esempio, lo stato dei bordi, dei lati e degli angoli. A volte lo scolorimento può rivelare un metallo diverso dall’oro. E se ci sono tracce di ruggine, non ci sono più dubbi: questo pezzo non è oro puro!

Testare l'oro – fonte: spm

Alcuni test da fare per riconoscere l’oro autentico

Test dell’acido nitrico

Usare l’acido nitrico per confermare l’autenticità e la purezza dell’oro è un metodo quasi infallibile. Si tratta però di un processo molto delicato e anche molto pericoloso: questo acido è così potente che può irritare le vie respiratorie e provocare gravi ustioni sulla pelle o lesioni cutanee. Portare guanti e una maschera per fare questo test.

Come procedere? Posiziona i gioielli su un piatto di acciaio inossidabile e versaci sopra con cura alcune gocce di acido nitrico. Quest’ultimo reagirà immediatamente al contatto con il metallo e potrebbe assumere una colorazione significativa.

In seguito alla reazione chimica, dovrete poi osservare attentamente i vostri gioielli:

  • Se diventa verde scuro o bianco,  il pezzo è placcato in oro o è fatto di un altro metallo .
  • Se non cambia colore, il pezzo è d’oro vero.

Prova della candeggina

Similmente al test dell’acido nitrico, puoi anche testare come reagisce il tuo oggetto d’oro con la candeggina. Per fare questo, immergi semplicemente i tuoi gioielli nella candeggina pura e lasciali riposare durante la notte! La mattina dopo, se non noti alcuna ossidazione, significa che il tuo accessorio è d’oro vero.

Prova di densità

La pesatura della densità, detta anche “pesata idrostatica”, è il modo semplice per conoscere il contenuto di oro e il numero di carati.

Per prima cosa pesare i gioielli d’oro e riempire un contenitore da un millimetro con acqua fino a zero. Immergetevi l’oggetto. A questo punto è fondamentale prestare attenzione al livello dell’acqua che si segna quando il pezzo è immerso.

Ecco le densità dell’oro più comuni:

  • L’oro a 10 carati ha una densità di 11,57 gr/ml
  • 14 carati 13,97 gr/ml
  • 18 carati 15,58 gr/ml
  • 24 carati 19,32 gr/ml

Prova del magnete

Un punto importante da tenere presente: l’oro non è un metallo magnetico. Tieni i tuoi gioielli vicino a un potente magnete come quello che acquisti nella sezione fai da te (anche il metallo della tua borsetta può fare il trucco!). Se non c’è reazione e il tuo pezzo non è attratto affatto, allora è vero oro. E se, al contrario, notate che il gioiello si muove e si avvicina, non è oro.

Prima ancora di considerare una vera e propria perizia, tutti questi test interni sono molto utili per verificare l’autenticità del tuo oggetto. Puoi anche metterlo alla prova. Che si tratti di una collana, un orologio o un braccialetto, indossa regolarmente i tuoi gioielli, anche sotto la doccia. Soprattutto nella stagione calda, se notate che i vostri gioielli non scoloriscono e che non lasciano segni sulla pelle, allora è un ottimo acquisto, è infatti oro puro. D’altra parte, se noti segni verdastri sul polso o sul collo, e i tuoi gioielli stessi finiscono per cambiare colore… sfortuna, hai a che fare con una contraffazione!