Sappiamo che perché le piante del nostro giardino o balcone crescano vigorose e fioriscano, dobbiamo non solo annaffiarle ma anche concimare il terreno . Questa è la fonte dei nutrienti e delle vitamine che fanno sì che le piante si sviluppino sane al massimo del loro potenziale.

Oggi prepareremo un potente fertilizzante fatto in casa con elementi che di solito buttiamo via , quindi non solo sarà molto economico, ma potremo anche riciclare i rifiuti organici. 

Grazie ai suoi componenti, questo fertilizzante fatto in casa aumenterà l’attività microbica del suolo e migliorerà la capacità di irrigazione del terreno.

 

ingredienti

  • Buccia di patata: è una ricca fonte di carboidrati, potassio e vitamine C e B. Fornisce anche fosforo, essenziale per la respirazione delle piante e per la formazione dei fiori. 
  • Buccia di banana: contiene potassio, ferro e magnesio, vitamina A ed E. Aiuta il mantenimento generale della pianta e la rende resistente alle malattie .
  • Patata dolce o buccia di patata dolce: ha rame, vitamine e funziona come antiossidante.
  • Guscio d’uovo: ha calcio, combatte i parassiti e riduce l’acidità del suolo.
  • Inoltre, abbiamo bisogno di una pentola media, un colino, un annaffiatoio o un contenitore per versare e la quantità necessaria di acqua.

Procedura

  1. Versare l’acqua nella casseruola e far bollire i gusci per 15 minuti.
  2. Lascia raffreddare l’infuso.
  3. Ti consiglio di lasciarlo riposare tutta la notte.
  4. Filtrare il contenuto in un contenitore versatore. 

Abbiamo già pronto l’infuso con tutti i nutrienti e le vitamine. Non è necessario abbassare la miscela con acqua , puoi applicarla così come l’hai direttamente sul terreno o fare un piccolo scavo nel terreno e depositarlo lì. 

È conveniente che lo usiamo la mattina presto o il pomeriggio, in modo che i raggi del sole non evaporino il liquido. Questa miscela è molto versatile, poiché puoi applicarla a tutti i tipi di piante 

altri consigli

Se le tue piante non sono del tutto verdi e hanno smesso di fiorire, prova questi semplici consigli per rivitalizzarle.

L’acqua piovana è la migliore per l’irrigazione in quanto non contiene cloro . Se non riesci a raccoglierlo, è meglio riempire un secchio o un contenitore con acqua del rubinetto e lasciarlo per una notte. Il cloro evaporerà e avrai acqua di qualità per le tue piante. 

Quando trapiantiamo dobbiamo tagliare un po’ le radici troppo lunghe o danneggiate . Questa operazione deve essere eseguita con molta attenzione per non disarmare la massa di terra. 

È fondamentale mantenere pulite le foglie delle piante. Quando la polvere si deposita su di essa, non solo si appannano ma si ripercuote sulla salute della pianta, poiché la polvere ostruisce i pori e le impedisce di respirare. 

Puoi pulirle solo con acqua a temperatura ambiente oppure, se le foglie sono grandi e lisce, usa un panno umido. Non solo avranno un aspetto migliore, ma saranno in grado di assorbire meglio la luce.

Non bisogna lasciare sulla pianta le foglie appassite, poiché incidono sulla fioritura e possono portare malattie . Con forbici molto affilate e con molta attenzione, ritagliamo le foglie gialle e marroni. Non dobbiamo tagliare o ferire il gambo. 

Se andremo ad eseguire potature su più piante, è necessario pulire le foglie delle forbici con alcool per evitare la trasmissione di malattie da una pianta all’altra.