Press ESC to close

Come pulire a fondo il bollitore in 5 minuti? Non ci saranno più tracce di calcare

Dopo mesi di utilizzo, i bollitori possono accumulare depositi minerali dall’acqua che riscaldi quotidianamente, da qui la necessità di una pulizia accurata. Spieghiamo come raggiungere questo obiettivo nelle righe seguenti.

Affinché il tuo bicchiere di tè o il tuo caffè mattutino non soffra di alcun retrogusto, sarebbe bene pulire il tuo bollitore  decalcificandolo, soprattutto se lo usi tutti i giorni. La buona notizia è che non dovrai fare di tutto per raggiungere questo obiettivo, basta usare gli ingredienti giusti. Ecco quello che ti permetterà di eliminare  l’accumulo di calcare  all’interno del tuo bollitore. E in pochissimo tempo. 

Bollitore ingrandito

La  tecnica per  far risplendere il tuo bollitore in 5 minuti ed eliminare la minima placca di calcare

Pulire l'interno di un bollitore elettrico con aceto bianco

La chiave della soluzione contro il calcare che si forma all’interno dei bollitori risiede nelle proprietà sgrassanti e anticalcare di alcuni prodotti. Ecco perché ti consigliamo di utilizzare un ingrediente in particolare, che sarà l’elemento principale della  formula detergente: l’acido citrico.  La sua abrasività e il potere anticalcare lo rendono un potente disincrostante.

Per ottenere il massimo da questo prodotto, inizia riempiendo il bollitore con una soluzione  di  acqua   succo di limone in parti uguali, che contiene un’elevata quantità di acido citrico . Bollire la soluzione, quindi spegnere il bollitore o almeno attendere che si spenga automaticamente. Lasciare agire la soluzione per 20 minuti, quindi svuotare la soluzione detergente dal bollitore.

Quindi scollegare il bollitore e lasciarlo raffreddare prima di pulire l’interno. Se il bollitore ha un filtro dell’acqua, dovrebbe essere rimosso prima della pulizia. In tal caso, pulire prima il filtro, seguendo le istruzioni del produttore. Poiché la maggior parte dei filtri sono in metallo,  puoi immergerli in una soluzione di acqua calda e aceto bianco distillato  per almeno 5 minuti. Usando una spazzola, strofinare delicatamente, quindi risciacquare con acqua pulita.

Quindi attaccare l’interno del bollitore utilizzando una spugna non abrasiva per strofinare e rimuovere i restanti residui minerali. Concentrati soprattutto sulle aree intorno al becco, che tendono ad essere particolarmente invase dai minerali. Inoltre,  ricorda di immergere  la spugna nell’aceto per facilitare il processo di pulizia.  Si noti che se il bollitore è elettrico, non immergerlo completamente in acqua, in quanto ciò potrebbe danneggiare l’elemento riscaldante.

Pulizia della superficie esterna del bollitore

Ora che hai risolto il problema principale, sarebbe anche una buona idea pulire l’esterno del tuo bollitore. Utilizzando una spugnetta abrasiva imbevuta di acqua tiepida e qualche  goccia di detersivo per piatti,  strofinare le macchie e gli altri schizzi ivi presenti. Per le macchie ostinate, cospargere il bicarbonato di sodio su una spugna umida. Il suo potere abrasivo renderà più facile rimuoverli. Una volta che l’esterno del bollitore appare pulito, puliscilo con un panno in microfibra. Quest’ultimo, senza lasciare traccia.

Inoltre, se avete un bollitore elettrico in acciaio inox e volete preservarlo da eventuali aloni e farlo brillare, aggiungete qualche goccia di olio d’oliva sul panno e strofinatelo contro la superficie del bollitore. La tecnica di lucidatura all’olio d’oliva  si è già dimostrata valida su diversi tipi di superfici.

Infine, una volta raccolti tutti i componenti del bollitore, riempilo a metà di acqua  per un ultimo risciacquo . Portare a ebollizione, versare l’acqua nel lavandino. Ripetere l’operazione tante volte quanto necessario, in modo da liberare il bollitore dagli ultimi minerali eventualmente presenti al suo interno.

Sfruttando questo ingrediente naturale, puoi dare nuova vita al tuo bollitore e rimuovere definitivamente il calcare eventualmente presente.