Press ESC to close

Come pulire le fughe delle piastrelle con i consigli delle nonne

Dopo alcuni anni, le piastrelle possono appannarsi e perdere la loro lucentezza naturale. Per dargli una seconda ventata, non è necessario ricorrere ai prodotti chimici. Che sia per il rivestimento della tua cucina, della tua vasca da bagno o del tuo bagno, è necessaria una manutenzione regolare per preservare la resistenza e la brillantezza di questo materiale. E per una buona ragione, l’umidità, la muffa e la polvere possono danneggiare rapidamente questo rivestimento. In questo articolo scopri i consigli della nonna per pulire le fughe delle piastrelle.

Per preservare la tenuta delle guarnizioni e prevenirne il deterioramento, è necessario optare per un idoneo prodotto per la pulizia. Nel tempo, la malta ceramica può scurirsi e sporcarsi, conferendo alla piastrella un aspetto sciatto. Le guarnizioni delle docce, spesso soggette a umidità eccessiva e calcare, a volte perdono il loro colore originale e iniziano a ingiallire o diventare nere. Possono diventare porosi e non assolvere più alla loro funzione principale, che è quella di impedire le infiltrazioni d’acqua. Per combattere le macchie di calcare, umidità e muffe, le fughe delle piastrelle devono essere pulite in modo ottimale. Ecco alcuni consigli ecologici che ti permetteranno di pulire le tue fughe e avere una piastrellatura pulita come nuova.

I consigli della nonna per pulire le fughe delle piastrelle

soluzione casalinga

1. Aceto bianco

Molto efficace per pulire tutti gli ambienti della casa, l’aceto bianco è indispensabile. Per disinfettare il pavimento, sciogliere il calcare, eliminare la muffa o lucidare varie superfici, questo detergente è formidabile. Immergi un vecchio spazzolino da denti nell’aceto bianco, quindi strofina le fughe delle piastrelle. Lasciare agire il prodotto per una decina di minuti prima di strofinare per rimuovere l’umidità. Assicurati di ventilare la stanza per lasciarla asciugare all’aria.

2. Bicarbonato di sodio e perossido di idrogeno

Versatile ed ecologico, il bicarbonato di sodio è uno scudo antimacchia. Sgrassa, combatte il calcare e sblocca le macchie più resistenti. Per rimuovere lo sporco tra le fughe delle piastrelle, mescola semplicemente un cucchiaio di bicarbonato di sodio e due cucchiai di perossido di idrogeno. Applicare il prodotto sulle articolazioni e strofinare con un vecchio spazzolino da denti o un pennello. Spugna asciutta per rimuovere l’umidità in eccesso e lasciare asciugare all’aria.

3. Una miscela di bicarbonato di sodio e detersivo per piatti

Sgrassante, deodorante e sbiancante,  il bicarbonato di sodio è un prodotto multiuso  che puoi utilizzare tutti i giorni. Se le macchie di grasso e muffa sembrano ostinate, prepara una miscela di un cucchiaio di bicarbonato di sodio e due cucchiai di detersivo per piatti per pulire le articolazioni. Utilizzando una spugna umida, applicare il prodotto sulle fughe e strofinare intensamente. Quindi risciacquare con acqua pulita e asciugare con un panno.

4. La pietra d’argilla

La pietra di argilla è una pietra naturale che non contiene sostanze chimiche. Se le fughe delle piastrelle sono annerite, strofina il pavimento con una spugna imbevuta di argilla e poi risciacqua con un panno pulito. Quindi lascia asciugare all’aria per far brillare la tua piastrella.

5. Succo di limone

Come l’aceto bianco, il succo di limone è uno dei trucchetti più efficaci per la pulizia della casa. Mescolare il succo di un limone e due cucchiai di bicarbonato di sodio fino ad ottenere una pasta. Stendere la pasta sulle articolazioni, quindi strofinare con uno spazzolino da denti. Risciacquare e lasciare asciugare all’aria.