Il piano cottura in vetroceramica è un piano cottura elettrico con rivestimento in vetro liscio. Quest’ultimo facilita la pulizia della piastra, ma a volte è necessario di più per eliminare bruciature e schizzi di grasso durante la cottura. Se questo sporco non viene rimosso in tempo, si incrosta e diventa difficile da rimuovere. Scopri come pulire il tuo piano cottura in vetroceramica con un prodotto naturale, economico ed efficace: il bicarbonato di sodio.

Macchie di sporco o bruciature…. Niente panico ! puoi liberarti di questi inconvenienti e trovare una nuova piastra con bicarbonato di sodio.

Come pulire un piano cottura in vetroceramica - fonte: spm

Pulisci un piano cottura in vetroceramica con bicarbonato di sodio

Per fare ciò, avrai bisogno di:

  • Bicarbonato di sodio
  • aceto bianco
  • Un quotidiano
  • Una bottiglia spray
  • Un raschietto per piani cottura in vetroceramica

Seguire i seguenti passaggi:

1. Pulire la piastra dai residui di cibo e dallo sporco rimasto in giro

Prima di affrontare le macchie ostinate, devi prima pulire la placca. Per fare questo, usa lo spray detergente che usi per la tua cucina, o semplicemente acqua saponata e pulisci la piastra con una spugna in microfibra pulita. Sciacquare e pulire la piastra con un panno asciutto.

2. Spruzzare aceto bianco

Versare l’aceto bianco nel flacone spray e spruzzare le macchie di bruciatura e gli schizzi di grasso in modo che siano completamente ricoperti di aceto.

3. Usa il bicarbonato di sodio

Adesso è il turno del bicarbonato. Cospargetelo sulle macchie ricoperte di aceto bianco e lasciate riposare il composto per qualche minuto. Noterai che  mescolando l’aceto con il bicarbonato si crea una schiuma effervescente.  Non c’è bisogno di preoccuparsi. Questa è una normale reazione chimica.

Insieme, i due prodotti vi permetteranno di  rimuovere lo sporco e le macchie di bruciato.  L’aceto bianco è anche un buon sgrassatore e quindi sgrasserà la placca e rimuoverà anche gli odori persistenti.

4. Strofina le macchie con la carta di giornale

Successivamente utilizzare la carta di giornale per strofinare le macchie ostinate ricoperte di aceto e bicarbonato. Non preoccuparti che i cristalli di bicarbonato graffino il tuo piatto, perché si sciolgono con l’aceto bianco.

5. Pulisci la piastra

Usa un panno in microfibra per rimuovere lo sporco e i residui dalla miscela di aceto e prodotti da forno.

Normalmente questi passaggi sono sufficienti per eliminare tutte le macchie dal piatto. Se però sono molto incrostati e più difficili da rimuovere, come ultima soluzione utilizzare un apposito raschietto per piani cottura in vetroceramica.

6. Rimuovere le macchie con un raschietto

Pulisci le macchie e i residui di cibo bruciato con il raschietto, ma  fai attenzione all’angolazione per non graffiare il piatto.  Successivamente risciacquare con una spugna imbevuta di acqua e pulire la piastra con un panno morbido.

Detto questo, il bicarbonato di sodio è  il tuo alleato per pulire  il piano cottura in vetroceramica, ma puoi anche usare il sapone nero, la pietra argillosa o il bianco Meudon.

Dovresti ricordarti di mantenere il tuo piano cottura ogni giorno

La pulizia deve essere regolare - fonte: spm

Questa pulizia con bicarbonato ti permetterà sicuramente di eliminare le macchie dal piatto, ma possono benissimo ripresentarsi. Quindi ricordati di prenderti cura del tuo piatto per mantenerlo pulito e non dover effettuare questo tipo di pulizia ogni volta.

Pulisci la piastra dopo ogni utilizzo  : un compito che sembra restrittivo, ma che manterrà la tua piastra sempre pulita e ti risparmierà dalle macchie incrostate. Per fare questo, aspetta che il piatto si raffreddi e puliscilo con una spugna.

Pulisci gli schizzi d’acqua o di grasso prima che si asciughino:  quando prepariamo un pasto, gocce d’acqua o olio fuoriescono dalle nostre pentole o padelle. Ricordarsi di pulire la macchia d’acqua o di grasso con un panno asciutto o una spugna in microfibra prima che si asciughi o si indurisca. Ciò eviterà che queste macchie si incastrino e siano difficili da rimuovere. Evitate però di usare spugne abrasive per non graffiare il piatto.

Non riempire le pentole fino all’orlo:  per evitare fuoriuscite d’acqua dalla padella, evitare di riempirla fino all’orlo durante la cottura delle verdure. Un’altra alternativa è quella di utilizzare pentole più grandi per contenere un volume d’acqua sufficiente, senza schizzare la piastra.

Con il tempo, questi semplici gesti diventeranno riflessi che ti permetteranno di mantenere pulito il tuo piano cottura in vetroceramica il più a lungo possibile.