L’alloro è un arbusto frondoso da condimento caratterizzato dalle sue foglie coriacee e profumate. Queste foglie aromatiche sono molto utilizzate in cucina per insaporire le pietanze. Oltre a questo, possono essere utilizzati anche per comporre bouquet guarniti, insieme al timo o al rosmarino. I loro vantaggi non si fermano qui. Mettere le foglie di alloro nella farina può anche eliminare un problema comune. Ti diciamo di più.

Le foglie di alloro hanno diversi usi. Possono essere utilizzati per insaporire le pietanze,  profumare la casa  o comporre un bouquet garni. L’alloro ha altri usi insospettati. È infatti possibile conservare le foglie nella farina, per risolvere un problema ricorrente.

Foglie di alloro in una ciotola

Perché mettere le foglie di alloro nella farina?

Le foglie di alloro sono un efficace repellente contro gli insetti indesiderati che possono invadere la nostra cucina. Nella dispensa , infatti, è possibile trovare  dei parassiti,  come le tarme. Questi ultimi  si sviluppano  rapidamente in semi o scatole di cereali , dove depongono le uova. L’utilizzo delle foglie di alloro protegge le tue farine da diversi tipi di cereali, come avena, grano, mandorle, farro o anche ceci. In effetti,  le tarme alimentari non apprezzano l’odore delle foglie di alloro.  Detto questo, prendi una o due foglie di alloro fresche e profumate e conservale nel barattolo di farina o cereali. Puoi anche metti le foglie di alloro direttamente nella dispensa  per allontanare gli insetti che infestano il tuo cibo. Sentiti libero di sostituire le foglie di alloro  quando il loro profumo inizia a svanire.

Attenzione  : la pianta aromatica in questione è l’alloro. È anche l’unico alloro commestibile. Mentre  l’oleandro o l’alloro ciliegio sono velenosi.

Oltre all’uso dell’alloro, come mantenere la dispensa per evitare gli insetti

Dispensa

È importante  pulire regolarmente la dispensa,  in modo da evitare tarme alimentari e insetti attratti dal cibo. Per questo, puoi svuotare la dispensa e passare  l’aspirapolvere sui ripiani e sugli angoli.  Quindi, succhierai i bozzoli e gli insetti in giro. Si libererà anche  di briciole e grano, che possono attirare le tarme.  Successivamente, immergi una spugna in microfibra in acqua tiepida e sapone e passala sui ripiani per pulirli da polvere e briciole che l’aspirapolvere non ha rimosso completamente. Se la tua dispensa è stata infestata da insetti, non esitare a buttare via i pacchetti aperti, in quanto potrebbero contenere uova di insetti.  Svuotare anche i contenitori che contengono cibo infestato.

Prima di riporre i contenitori in cui si conservano gli alimenti nella credenza,  assicurarsi di pulirli prima.  Per fare questo, pulirli con un panno imbevuto di una soluzione di parti uguali di acqua e aceto bianco. Quest’ultimo è un prodotto naturale che agisce come repellente per insetti. È quindi molto efficace  nel prevenire la ricomparsa degli insetti.  Si noti che non è consigliabile pulire la dispensa con prodotti chimici come candeggina o ammoniaca. Questi prodotti tengono sicuramente lontani gli insetti,  ma possono essere tossici a contatto con il cibo.

barattoli per alimenti

Da notare che la dispensa  va pulita ogni 3-6 mesi,  anche se non è infestata da insetti. Oltre alla pulizia, è importante  conservare con cura il cibo  e produrre in contenitori ermetici di buona qualità,  per evitare che gli insetti entrino nel cibo. Inoltre, non esitare a ripulire briciole e versamenti, per mantenere pulita la tua dispensa.

Detto questo, grazie alle foglie di alloro, potrai combattere tarme e parassiti che possono infestare la farina che conservi nella tua dispensa.