Quando arriva l’inverno, molte persone pensano di lasciare i termosifoni sempre accesi. Il loro credo? La casa impiega molto tempo per riscaldarsi di nuovo dopo aver spento questo dispositivo. Altri, invece, ritengono che basti l’uso costante di un termosifone per aumentare notevolmente la bolletta energetica e che debbano essere utilizzati quando necessario. Ecco la risposta a questa domanda piuttosto problematica.

Quindi sarebbe più economico lasciare la stufa accesa tutto il giorno? O accenderlo quando le temperature scendono e poi spegnerlo? La risposta, nel dettaglio.

Qual è la formula più economica per utilizzare il tuo radiatore?

Radiatore-1

Generalmente, se lasci la stufa sempre accesa, utilizzerai naturalmente più energia. Ti spieghiamo!

Infatti, data l’enorme differenza tra la temperatura fuori casa e la temperatura che stai cercando di mantenere all’interno, si verificherà sempre una certa perdita di calore.

Un radiatore sempre acceso  produrrà calore in modo continuo per mantenere la temperatura interna. Detto questo, se la perdita di calore della tua casa è significativa, il tuo radiatore avrà bisogno di più energia per mantenere la temperatura interna. Quindi  il costo per lasciare il termosifone sempre acceso sarà ovviamente molto alto.

Devi quindi assicurarti che la tua casa sia ben isolata per ridurre al minimo questa perdita di calore e, quindi, risparmiare sulle bollette energetiche. Se vivi in ​​una casa, isola il tetto così come i piani inferiori. Se vivi in ​​un appartamento, evita le correnti d’aria calafatando le finestre e montando spesse tende.

Inoltre, secondo ADEME, è consigliabile ridurre il riscaldamento durante la notte senza spegnerlo. Pertanto, abbassando la temperatura di un grado si potrebbe ridurre del 7% l’importo della bolletta energetica relativa al riscaldamento. Tuttavia, tutto dipende dall’isolamento dell’alloggio.

Tuttavia, l’approccio più efficiente dal punto di vista energetico per riscaldare la tua casa è programmare  il riscaldamento in modo che si accenda quando ne hai più bisogno.

Acquistando un radiatore moderno, potrai regolare le temperature in base alle tue abitudini (orario di lavoro, notte, ecc.). Puoi persino impostare un programma di riscaldamento speciale per i fine settimana! In questo modo si accende il riscaldamento solo quando è realmente necessario per un approccio più economico. Lo spreco di energia, è finita!

In sintesi, spegnere il riscaldamento può essere economico se la casa è ben isolata e l’inerzia termica è buona. Diversamente, si potrebbe considerare un abbassamento del riscaldamento di qualche grado in caso di abbassamento della temperatura, soprattutto nelle ore notturne.

Isolare la casa per utilizzare al meglio il termosifone?

Regolare il termostato del radiatore

Non lo ripeteremo mai abbastanza:  l’isolamento è il modo più pratico  per migliorare l’efficienza energetica della tua casa.

Se la tua casa ha un soppalco, prendi in considerazione l’isolamento della soffitta. Economico e facile da installare, questo isolamento consente anche di risparmiare sul riscaldamento. D’altra parte, puoi controllare l’isolamento del sottotetto se ha qualche anno.

Inoltre, l’isolamento delle pareti è più costoso da installare, ma state tranquilli: si ripagherà ancora in pochi anni.

Inoltre, per non disperdere calore durante il periodo invernale, si possono sigillare anche le fessure perimetrali di porte e finestre. Per farlo potete utilizzare la schiuma espandente, un prodotto che troverete nei negozi di bricolage.

Come pulire un radiatore elettrico per ottimizzarne le prestazioni?

Accendi il riscaldamento

La pulizia della stufa elettrica  non solo ne ottimizza le prestazioni, ma consente anche di risparmiare energia e previene le allergie respiratorie. Come procedere ? Ecco i passaggi.

Per prima cosa, spegni il dispositivo staccando la spina. Attendere che il riscaldatore si raffreddi completamente prima di iniziare la pulizia.

Pulisci le pareti con una spugna e acqua saponata o aceto bianco. Per pulire le parti meno accessibili del tuo termosifone, usa ad esempio una spatola munita di calza.

Se noti che c’è ancora polvere negli angoli più bui, usa un asciugacapelli per soffiarla via. Puliscilo con una spugna umida, senza strofinare. Nota:  il dispositivo deve essere risciacquato e asciugato prima di essere acceso.

Pulire l’interno di una stufa elettrica, dici? Attenzione, non bisogna MAI rimuovere i quadri elettrici da un termosifone  : i rischi di fulminarsi e addirittura di provocare un incendio sono notevolmente alti!

Infine, optare per finestre con doppi vetri consente di risparmiare molta energia a lungo termine, sebbene sia costoso da installare. Puoi comunque ridurre al minimo la perdita di calore chiudendo le tende di notte e aprendole durante il giorno. Allo stesso modo, anche le tende termiche possono prevenire la perdita di calore.