Press ESC to close

Ecco perché non dovresti più mettere la carta igienica sul water

Appena entriamo in un bagno pubblico, quasi tutti abbiamo il riflesso di stendere la carta igienica tutt’intorno alla tazza. In termini assoluti, questo gesto preventivo sembra perfettamente legittimo, poiché è soprattutto una questione di igiene. Evitando il più possibile il contatto diretto della pelle con la ciotola, ci si sente immediatamente sollevati, convinti di sfuggire a ogni tipo di infezione. Tranne quello che molto spesso dimentichi è che la carta igienica in sé non è priva di batteri. Quindi ecco i motivi per cui dovresti cambiare questa abitudine.

Nonostante tutti i nostri sforzi per evitarli, a volte è impossibile non intraprendere la strada dei bagni pubblici per calmare un desiderio urgente. Come tutti sanno, di fronte al flusso di passaggi, l’igiene è piuttosto discutibile in questo tipo di luogo. Pertanto, l’opzione di coprire il water, dove siedono decine di persone al giorno, sembra spesso la più adatta. Tuttavia, in verità, questa azione comporta pericoli insospettati.

Smettila di mettere la carta igienica sul water!

usa la carta igienica

Quando entriamo in un  bagno pubblico , non sappiamo chi si è seduto davanti a noi, né siamo sicuri che lo spazio sia stato adeguatamente igienizzato. Inoltre, sebbene possa sembrarti scontato, l’idea di mettere la carta igienica sul water non è così igienica come si potrebbe immaginare. E per una buona ragione, questa carta è un terreno molto fertile per i germi. In generale, l’intera area della cabina può rapidamente diventare un terreno fertile per i batteri. Quest’ultimo può appunto nascondersi nella carta igienica, proliferare e svilupparsi rapidamente. Per evitare qualsiasi tipo di disturbo che ne deriva, è meglio non usarlo. È meglio usare fazzoletti puliti che hai nella borsa.

Mancanza di igiene nei bagni pubblici: come proteggersi?

bagni pubblici

Come accennato, i germi aderiscono facilmente alla carta sottile e leggera. Quindi, ogni volta che qualcuno tira lo sciacquone prima di te, i batteri vengono espulsi dalla tazza del gabinetto nell’aria e poi, inevitabilmente, si depositano sulla carta.

Per fortuna, in alcuni bagni pubblici, noterai che i  rotoli di carta igienica  sono protetti da un sacchetto di plastica. Se è così, sei fortunato, dal momento che quel rotolo che hai a portata di mano non è influenzato dai germi. Quindi puoi usarlo per pulire il water, tirare lo sciacquone e sederti tranquillamente.

D’altra parte, se noti che il rullo è all’aria aperta, ti consigliamo vivamente di non utilizzarlo. Come misura di sicurezza, è sempre consigliabile portare con sé un pacchetto di fazzoletti, che saranno molto utili in questo tipo di situazione. Se sono ben imballati, non c’è rischio che vengano contaminati. Meglio ancora, se ne hai a portata di mano, le salviettine disinfettanti o imbevute saranno benvenute.

Buono a sapersi: ricorda che lo sciacquone con il coperchio alzato (cosa molto comune nei bagni pubblici) trasporta nell’aria tutta una serie di germi e batteri. Questi microrganismi aderiscono quindi facilmente alla carta igienica installata vicino alla tazza. Per precauzione, quindi, prendi l’abitudine di tirare lo sciacquone sempre con il coperchio chiuso.

Cosa fare dopo aver usato i bagni pubblici?

Va da sé, ma è indispensabile lavarsi sistematicamente le mani dopo ogni visita ai servizi igienici, pubblici o privati ​​che siano. In particolare i bagni pubblici, dal momento che non sappiamo con quale frequenza questi luoghi vengano puliti. In altre parole, il lavaggio delle mani è necessario: idealmente sarebbe meglio lavarle al di fuori di questi bagni per evitare di toccare sanitari e interruttori della luce che possono contenere anche  batteri . O almeno, se non hai altra scelta, puoi lavarti accuratamente le mani e poi disinfettarle con le salviette.