Press ESC to close

Ferma la condensa e la muffa nera a casa con questi semplici consigli

La condensa è un problema molto comune nelle case, soprattutto quando le temperature scendono e comincia a fare freddo. Questa nebbia che si forma sulle superfici vetrate della casa può portare alla formazione di muffa nera. Detto questo, impara i consigli degli esperti su come prevenire la formazione di condensa e muffa in casa.

Un alto tasso di umidità in casa può essere causa di diversi inconvenienti. Può, infatti, provocare il fenomeno della condensa sui vetri, oppure provocare la comparsa di muffe. 3 esperti citati dal quotidiano britannico “The Mirror”, danno i loro consigli per evitare condensa e muffa in casa.

Come si forma la condensa sui vetri e sulle finestre di casa?

Condensa sul vetro

La condensa si forma in presenza di due fattori: il calore e l’umidità. Infatti, quando l’aria calda e umida del nostro interno  entra in contatto con una superficie fredda  come una finestra,  il vapore acqueo trasportato nell’aria ambiente si condensa,  cioè si liquefa Ecco come appaiono le gocce d’acqua sul vetro o sulla finestra.

La condensazione è particolarmente frequente in autunno e in inverno, perché è durante queste stagioni che la differenza di temperatura tra l’interno e l’esterno è notevole,  in particolare a causa dell’uso del riscaldamento. La condensazione può essere favorita anche dalla risalita capillare  o da uno scarso isolamento.

Questa umidità che causa la condensa è causata da attività quotidiane come docce, lavori domestici  o qualsiasi altra attività che possa generare calore o vapore. Infatti, le due stanze più umide della casa sono la cucina e il bagno.

La condensa può portare a spiacevoli conseguenze per la casa. Oltre alle gocce d’acqua sulle finestre, può causare il distacco della carta da parati, il deterioramento delle pareti  o persino la comparsa di muffe.  In effetti, questi funghi microscopici prosperano nelle superfici umide della casa.

Come prevenire la condensa e la muffa nera in casa?

Muffa nera in casa

Polly Shearer, Lee Devlin e Michael Rolland, tre esperti, spiegano al quotidiano Mirror che è importante prevenire problemi di condensa e muffe. Raccomandano di ventilare la casa  per favorire una buona circolazione dell’aria . Detto questo, pensa ad aprire le finestre  e arieggiare le stanze umide.  È anche possibile utilizzare un deumidificatore,  per eliminare l’umidità in eccesso nell’aria,  e regolare così il livello di umidità della casa.

Per evitare condensa e muffa nera, fai attenzione anche  a come asciughi il bucato.  Se sei costretto ad asciugare i vestiti in casa a causa del maltempo, assicurati di ventilare la casa  per rimuovere l’umidità in eccesso.  Tieni lo stendino vicino a una finestra aperta  ed evita di asciugare il bucato sul termosifone.  Ciò può favorire la formazione di condensa e muffa.

Poiché la cucina è un ambiente molto umido, è consigliabile attivare la cappa aspirante,  in modo da evacuare l’umidità in eccesso.  Si consiglia inoltre, durante la cottura,  di mettere il coperchio sulla padella,  quando è sul fuoco.

Se inizi a notare tracce di muffa nella tua casa, è consigliabile agire rapidamente. Infatti, se la muffa si diffonde in casa,  può causare problemi respiratori,  a causa dell’inalazione delle spore di questi funghi microscopici. Per eliminare la muffa,  puoi usare l’aceto bianco.  Spruzzare un po’ di questo prodotto, non diluito, sulle zone macchiate. Lasciare riposare per un’ora e pulire le macchie con un panno in microfibra. Risciacquare con un panno inumidito in acqua tiepida  e asciugare bene per evitare ristagni di umidità. Si consiglia inoltre,  dopo aver trattato le pareti affette da muffe, dipingili usando una vernice resistente alla muffa.

Grazie a questi accorgimenti eviterete l’eccesso di umidità in casa, origine del fenomeno della condensa e della muffa nera.