Ogni conducente tratta il proprio veicolo in modo diverso. Alcuni la mantengono con cura attraverso regolari controlli, altri si rivolgono al meccanico solo quando si presenta un problema serio sulla loro auto. Quando si parla di rifornimento, gli automobilisti hanno in genere un approccio simile: c’è chi tiene sempre il serbatoio pieno e chi aspetta fino all’ultimo per fare rifornimento. Fai parte del campo che aggiunge carburante solo quando si accende la spia della riserva? Cattiva idea.

Oltre al rischio di rimanere senza benzina lontano da una stazione di servizio, il risparmio eccessivo di carburante può esporre la tua auto a gravi danni. Ecco perché non è consigliabile guidare regolarmente in riserva.

Spia benzina accesa

Condotta su riserva: quali conseguenze?

In un momento in cui i prezzi della benzina e del diesel sono in costante aumento,  molti automobilisti cercano disperatamente alternative per risparmiare denaro.  Una strategia comune: molti automobilisti tendono a fare il pieno quando il prezzo del carburante scende leggermente. Altri evitano di riempire del tutto il serbatoio, preferendo attendere l’accensione della spia della riserva. Sfortunatamente, in entrambi i casi, si corre il rischio di danneggiare il circuito di alimentazione del veicolo.

Quando la spia della riserva si accende, non solo segnala che sei a corto di carburante, ma indica anche un aumento del rischio di danni alla pompa. Cioè, affinché il motore funzioni correttamente, è necessario portare una quantità sufficiente di benzina o diesel. Tenere presente che quando il serbatoio del carburante è vuoto, aspira aria, il che può causare gravi danni all’intero sistema di alimentazione del veicolo.

Infatti, anche se nel serbatoio è rimasto un litro di carburante, è sufficiente superare una pendenza significativa, ad esempio, perché il liquido trabocchi in un’altra parte del serbatoio. Oltre ad aspirare aria, si rischia il deterioramento prematuro del filtro del carburante. Con un basso volume di carburante, quest’ultimo rischia di essere intasato da un accumulo di detriti che si deposita sul fondo del serbatoio. Di conseguenza, guidare in riserva danneggia notevolmente il motore, che rischia di intasarsi con residui di benzina o gasolio. Per non parlare dei danni derivanti dalla condensazione del veicolo.

Metti benzina in macchina

Anche il riempimento eccessivo del serbatoio può avere gravi conseguenze

L’approccio opposto può anche influire negativamente sul corretto funzionamento della tua auto. Molti conducenti non lo sanno, ma anche riempire spesso il serbatoio al massimo è una cattiva abitudine. Ancora di più quando continui a riempirlo  anche dopo che la pistola del carburante fa clic per segnalare che il serbatoio è pieno. Sei consapevole che il serbatoio ha un volume superiore alla quantità massima di carburante che può contenere (è anche chiamato volume nominale del serbatoio). Questa è spesso una differenza di oltre 10 litri. Tuttavia, se decidi di sfruttare al massimo l’invaso, ti esponi a molti rischi. In effetti, il riempimento eccessivo può causare un trabocco: la pressione in un serbatoio troppo pieno può causare perdite e far traboccare il carburante. Tieni presente che lo spazio che hai così sconsideratamente riempito di carburante è uno spazio sicuro. Per questo è importante rispettare il “click” quando lo si sente per evitare di riempire il serbatoio fino all’orlo. Se ignorato, il carburante liquido in eccesso può danneggiare il sistema di recupero dei vapori, ma può anche straripare sulla carreggiata. Questo non sarebbe solo uno spreco di benzina, ma è anche dannoso per l’ambiente.

Quanti chilometri puoi percorrere nella riserva?

Quando il serbatoio del carburante di un veicolo è quasi vuoto, la spia della riserva si accende sul cruscotto. Ciò significa che rimane solo una piccola quantità di carburante, chiamata riserva, per continuare a guidare. La riserva si trova solitamente nella parte inferiore del serbatoio e ha lo scopo di fornire qualche litro in più di carburante quando necessario. La quantità di carburante in riserva varia da veicolo a veicolo, generalmente da 5 a 8 litri.

La distanza che puoi percorrere con la riserva dipende da diversi fattori come la capacità della riserva, il tipo di carburante e la velocità di guida. In media si possono percorrere tra i 50 ei 100 chilometri con la riserva, tuttavia questa può variare notevolmente da veicolo a veicolo. È importante notare che la riserva è un dispositivo di riserva ed è importante fare il pieno il prima possibile per evitare di rimanere senza benzina. Per conoscere la distanza precisa che puoi percorrere con la riserva del tuo veicolo, ti consigliamo di consultare il libretto di manutenzione o la revisione tecnica del veicolo.