Il cioccolato e i prodotti a base di cioccolato sono consumati in tutto il mondo. Questo prodotto al cacao è sempre avvolto in un foglio di alluminio. Questo non è banale e questo tipo di packaging ha un motivo ben preciso a cui non avete certo pensato. È una scommessa sicura che rimarrai sorpreso da queste informazioni!

Il cioccolato è uno dei dolci preferiti da grandi e piccini. Che siano al latte, alle nocciole o ripiene di crema, in pochi sanno resistere. Si consuma così com’è, oppure sciolto o in creme, torte, gelati o altri dolci. Molti di noi hanno almeno un assortimento di cioccolatini in frigo in questo momento. Ti sei mai chiesto perché è avvolto in un foglio di alluminio?

Perché il cioccolato è avvolto in un foglio di alluminio?

Cioccolato avvolto in un foglio di alluminio

logo pinterest

Cioccolato avvolto in carta stagnola – Fonte: spm

Esistono oggi in commercio moltissimi tipi di cioccolato, in varie forme: tavolette o caramelle. Ognuno di noi ha il suo preferito.

Il modo in cui veniva incartato, in carta stagnola e poi in carta o cartone, è stato conservato ancora oggi in molti tipi di cioccolato, mentre altri hanno sostituito il classico involucro con l’involucro di plastica .

Ti sei mai chiesto perché il cioccolato viene incartato due volte? La spiegazione è il più semplice possibile ed è legata sia alla freschezza del cioccolato che agli ingredienti da cui è composto. L’ingrediente principale del dolce da dessert è il burro di cacao, che si trova in proporzione maggiore o minore a seconda delle tavolette.

Qual è il ruolo del foglio di alluminio in cui è avvolto il cioccolato?

Un pezzo di cioccolato

logo pinterest

Un pezzo di cioccolato – Fonte: spm

Essendo un ingrediente grasso, il burro di cacao può sciogliersi quando il cioccolato viene conservato a temperature non conformi e le macchie di grasso finirebbero sulle confezioni di carta o cartone . Essendo protetto da un foglio di alluminio, questo non accade più.

Inoltre, svolge un ruolo importante nel mantenimento della freschezza del cioccolato. Il foglio di alluminio impedisce al cioccolato di degradarsi se conservato a lungo senza essere consumato e prolunga il periodo durante il quale il cioccolato conserva le sue qualità e non cambia gusto. Prima di avvolgere il cioccolato, la pellicola viene ben tesa e arrotolata con cera o vapore.

La storia del cioccolato?

Una scatola di cioccolato

logo pinterest

Una scatola di cioccolatini – Fonte: spm

Il cioccolato, come lo conosciamo oggi, è apparso relativamente di recente, ma prodotti simili, a base di fave di cacao, sono stati consumati migliaia di anni fa. I primi consumatori furono i Maya, che consideravano il cioccolato la bevanda degli dei.

Si ricavava una bevanda dalle fave di cacao lasciate fermentare, poi essiccate e fritte. I fagioli venivano poi macinati e la polvere veniva mescolata con acqua calda , alla quale venivano aggiunti ingredienti come peperoncini piccanti o mais.

Poi, gli Aztechi consumavano il cioccolato preparato allo stesso modo, per gustarlo freddo e credevano che avesse proprietà afrodisiache.

Sebbene il cacao sia apparso in Europa, è stato solo dopo 17 anni che le persone hanno scoperto a cosa servivano questi semi e hanno iniziato a ricavarne bevande. Nel XVII secolo, gli europei iniziarono ad aggiungere miele o altri dolcificanti alle bevande al cacao, e questo fu uno dei primi passi verso la creazione del cioccolato così come lo conosciamo oggi.