I terremoti sono fenomeni naturali imprevedibili che possono avere conseguenze drammatiche. Quando questo accade, nonostante il panico che ti prende d’assalto, è importante sapere dove nascondersi per cercare di capire meglio la situazione. Pertanto, devi assolutamente evitare i luoghi più pericolosi della casa, per la tua sicurezza e quella dei tuoi cari. Questi preziosi consigli potrebbero salvarti la vita in caso di terremoto nella tua zona.

Quali precauzioni prendere in caso di terremoto?

Come sapete, il terremoto è un fenomeno molto difficile da prevedere. Può sorprenderti ovunque e in qualsiasi momento. Quando un terremoto colpisce inaspettatamente, ogni secondo è prezioso, quindi devi agire sul posto. La tua reattività deve essere molto efficace per limitare i danni. Soprattutto, la regola d’oro, secondo gli specialisti, è soprattutto non farsi prendere dal panico. Devi rimanere il più calmo possibile per avere le idee chiare per dispiegare i riflessi di sopravvivenza e prendere le decisioni giuste per te e per i tuoi cari. Certo, questo è sempre più facile a dirsi che a farsi. Ma indipendentemente dall’entità del terremoto, gli esperti di sopravvivenza forniscono consigli che possono salvarti la vita.

Nasconditi durante un terremoto

  • Dove nascondersi durante un terremoto?

Se sei a casa, è più sicuro stare accanto a un muro o una colonna robusta. Se non hai abbastanza tempo per agire, gli esperti consigliano di ripararti sotto un tavolo o sotto lo stipite di una porta. In questo modo non rischierai di essere colpito da pezzi di intonaco o cemento.

  • Quale posto dovresti assolutamente evitare?

Soprattutto, assicurati di stare lontano da finestre, specchi, vetrine e altri oggetti in vetro che potrebbero ferirti in caso di caduta. Qual è il posto più pericoloso della casa? Secondo gli esperti di sopravvivenza, è tutta una questione di cucina. E non a caso è pieno di oggetti appesi ai mobili e stoviglie negli armadi che potrebbero cadere dalle prime scosse e ferirti gravemente in caso di forte terremoto.

  • Controllare l’impianto del gas

Un terremoto di solito dura solo pochi secondi, ma a seconda dell’intensità delle scosse avvertite, può sembrare un momento interminabile. Tuttavia, una volta che si ferma, non sei sempre fuori pericolo: non abbassare la guardia, perché le scosse di assestamento possono ripetersi.
Subito dopo il terremoto andate subito a controllare l’impianto del gas. Quindi evita di accendere la luce prima di assicurarti che non ci siano fughe di gas in casa. Un pericoloso terremoto può causare interruzioni di corrente o di gas. Gli esperti insistono anche per avere a portata di mano alcuni oggetti: un kit di emergenza in caso di infortunio, acqua naturale, cibo non deperibile (come i cibi in scatola) e una torcia elettrica.

Danni da terremoto

Quali sono le conseguenze di un terremoto di magnitudo 4.4?

Le conseguenze dirette di alcuni terremoti includono danni strutturali agli edifici, incendi, danni a ponti e autostrade, cedimenti di pendii, liquefazione o persino un possibile tsunami. Questi tipi di impatti dipendono in gran parte dalla localizzazione del terremoto: se è prevalentemente urbano o rurale, in un’area molto densa o scarsamente popolata, e naturalmente dalla capacità delle infrastrutture di resistere alle scosse.

Quanto dura un terremoto?

La maggior parte dei terremoti dura solo pochi secondi. Ma tieni presente che più grande è il terremoto, più a lungo può durare. I terremoti di magnitudo 5-6 spesso durano fino a 30 secondi. I terremoti più grandi possono produrre scosse più lunghe, che durano fino a diversi minuti, ma fortunatamente sono più rare.

Come fai a sapere se vivi in ​​una zona sismica?

È importante conoscere il rischio sismico della propria abitazione . Per informarti sull’argomento e scaricare tutte le informazioni di cui potresti aver bisogno, ti invitiamo a consultare il sito web  georisques.gouv.fr . Ti permetterà di sapere se la tua casa è soggetta a questo tipo di rischio naturale.