Un alimento base, la pasta non manca mai nella nostra dispensa. Che si tratti di guarnire un vassoio da soli davanti alla TV o di deliziare i nostri ospiti in un grande tavolo, faranno sempre il trucco. Inoltre, sono deliziosi, abbondanti e veloci da preparare. Certo, possono essere inventati in mille modi, ma dipendono tutti da un passaggio essenziale: la cottura. E no, non è sempre un gioco da ragazzi! Una mancanza di attenzione unita a qualche errore ricorrente, e ora la tua pasta è farinosa, appiccicosa e sgradevole al gusto.

Cuocere la pasta perfettamente al dente a volte è un’arte. Inoltre, è persino possibile pensare fuori dagli schemi e cucinarli in modo diverso. Prendi, ad esempio, cucinare la tua pasta senza farla bollire in acqua, sarebbe quasi inimmaginabile, no? Eppure sono altrettanto buoni, se non migliori, di quelli a cui sei abituato. Questo piccolo consiglio di Julie Andrieux merita una deviazione. Scopri questo metodo di preparazione rivelato dalla famosa conduttrice televisiva e critica gastronomica Julie Andrieux.

Cuocete la pasta nel loro sugo!

pasta cruda

Ecco un gesto meccanico che facciamo tutti: quando vogliamo cuocere i nostri spaghetti, li tuffiamo in una pentola capiente di acqua bollente salata. Per evitare che la pasta risulti appiccicosa, si consiglia addirittura di incorporare acqua a sufficienza, perché durante la cottura prende volume. Dopo una decina di minuti si cuociono e si scolano con uno scolapasta. Questo gesto è quindi immutabile e acquisito per sempre. Tuttavia, c’è davvero un altro metodo di cottura che dovresti sperimentare. Grazie all’amido che contengono e rilasciano, è possibile cucinarli diversamente.

Perché sprecare troppa acqua o utensili vari quando possiamo cucinare la nostra pasta in modo intelligente nella stessa padella? Certo, se preferite mangiarli “al naturale” con un filo d’olio o burro, immancabile il metodo classico. Ma, visto che la maggior parte  delle ricette di pasta  sono condite con un sugo di pomodoro o una buona carbonara, potete cogliere l’occasione per cucinarla direttamente con il sugo. Basta diluire ulteriormente questa salsa con un po’ d’acqua e aggiungere la pasta. Man mano che l’amido viene rilasciato, la salsa si addenserà allo stesso tempo. E a quanto pare, secondo Julie Andrieux, cuocere la  pasta in salsa di pomodoro o panna offre un sapore molto migliore di quello che ottieni con la cucina tradizionale!

Come addensare una salsa troppo liquida?

Grazie all’amido della pasta non è necessario addensare con la farina un sugo troppo liquido. Tanto più che quest’ultimo tende a renderli più pastosi. Hai solo bisogno di mescolare regolarmente la salsa. E, se al contrario diventasse troppo denso, per evitare che la pasta diventi troppo morbida, potete aggiungere un po’ d’acqua e abbassare la fiamma. Cuocere per 10-12 minuti, mescolando bene per evitare che si attacchino alla padella.

Un piccolo consiglio: al posto della farina potete aggiungere un po’ di latte per addensare naturalmente la salsa. Servirà anche come base per una salsa cremosa. Basta cuocere a fuoco basso e mescolare spesso in modo che il latte non bruci.

Come cuocere la pasta al forno?

Un piatto di pasta al sugo

E se ti dicessimo che potresti anche cuocere  la pasta  al forno? Lontana dalla solita classica cottura in acqua, questa tecnica si è affermata ed è ideale anche per deliziare le papille gustative. Si cucinano bene le lasagne al forno senza farle bollire, vero? Bene, la tua pasta sarà altrettanto riuscita e deliziosa! Certo, ci vorrà più tempo, ma il risultato è così tanto più gustoso che lo adotterai senza pensarci. Come bonus, puoi svolgere i tuoi affari senza dover guardare la tua pasta o mescolarla costantemente. La ciliegina sulla torta: gli spaghetti o le penne non si attaccheranno!

Ecco i passi da seguire:

  • In un piatto per gratinare, installa correttamente la tua pasta cruda.
  • Affinché possano impregnarsi adeguatamente e gonfiarsi correttamente, è necessario ricoprirli accuratamente con un brodo vegetale o di pollo.
  • Guarnisci il tuo piatto con gli ingredienti che desideri: pomodorini, funghi, erbe aromatiche e spezie. Non c’è bisogno di salare, il brodo è già sufficiente.
  • Infornare a 200°C. E cuocere per circa 25-30 minuti. Una volta che il brodo sarà stato completamente assorbito, la vostra pasta sarà cotta.
  • A fine cottura, se lo desiderate, potete spolverarle con del formaggio grattugiato, per avere un lato croccante.

Buono a sapersi  : prima di infornare la pasta, mettetela a bagno per qualche istante in acqua fredda. La loro superficie potrà così ammorbidirsi e potranno cuocere più velocemente in forno. Soprattutto, assicurati che siano ricoperti di liquido sufficiente per gonfiarsi correttamente.