Il cambiamento climatico ha reso le estati sempre più calde, il che può rappresentare un problema per il tuo giardino o balcone.

Per gli appassionati di giardinaggio è quindi fondamentale scegliere piante resistenti al calore per godere di uno spazio verde nonostante le alte temperature.

Vi presentiamo le 5 piante più resistenti al calore da piantare in giardino o sul balcone.

1. Oleandro (Nerium oleander)

Oleandro
Originario del bacino del Mediterraneo , l’oleandro è una pianta molto resistente al caldo e alla siccità.

Il suo fogliame sempreverde e i suoi fiori colorati lo rendono una scelta ideale per creare un’atmosfera mediterranea sulla tua terrazza o nel tuo giardino. I fiori di oleandro, che compaiono da giugno a settembre, sono disponibili in una varietà di colori, come bianco, rosa, rosso o giallo.

L’oleandro può essere piantato nel terreno o in un contenitore e richiede un terreno ben drenato per evitare problemi di marciume. È inoltre importante specificare che questa pianta è tossica per animali e bambini , per la presenza di un alcaloide chiamato oleandrina. Un avvertimento da tenere in considerazione quando si sceglie .

2. Lavanda (Lavandula)

Lavanda

La lavanda è un’altra pianta mediterranea resistente al calore, il cui profumo caratteristico evoca i campi della Provenza.

È particolarmente apprezzato per il suo naturale potere repellente contro zanzare e tarme, e per le sue proprietà calmanti e rilassanti. La lavanda è anche una pianta delle api, che attira api e farfalle, contribuendo così alla biodiversità del vostro giardino o balcone.

Per coltivare la lavanda, prediligi un terreno leggero e ben drenato, oltre che un’esposizione soleggiata. Questa pianta può essere propagata per talea, seme o divisione di cespi, a seconda della specie. Le varietà più resistenti al calore sono Lavandula angustifolia, Lavandula x intermedia e Lavandula stoechas.

3. Aloe (aloe vera)

L'aloe vera

Riconosciuta per le sue proprietà medicinali e cosmetiche , l’aloe è una pianta succulenta in grado di resistere a temperature molto elevate.

È originario del Nord Africa e del Medio Oriente e cresce naturalmente nelle regioni aride e semiaride. Le sue foglie spesse e carnose gli permettono di immagazzinare grandi quantità di acqua, il che spiega la sua resistenza alla siccità.

L’aloe può essere coltivata in vaso o in piena terra, in un substrato ben drenato ed esposto al sole. Questa pianta necessita anche di annaffiature moderate ed è meglio lasciare asciugare il terreno tra un’annaffiatura e l’altra per prevenire il marciume radicale. Inoltre, l’aloe vera è una pianta disinquinante che purifica l’aria nei tuoi interni e porta un tocco di esotismo alla tua decorazione.

4. Portulaca (Portulaca oleracea)

portulaca

La portulaca è una pianta annuale originaria del Medio Oriente e dell’India, caratterizzata da steli striscianti e piccoli fiori colorati.

È spesso usato come tappezzante o come pianta ornamentale nei giardini secchi e nei giardini rocciosi. La portulaca è commestibile e le sue foglie sono ricche di vitamine, minerali e omega-3.

Grazie alla sua capacità di trattenere l’acqua nelle sue foglie carnose, la portulaca è molto resistente al caldo e alla siccità. Cresce in terreni poveri, sabbiosi e ben drenati, e predilige posizioni soleggiate. La portulaca può essere seminata direttamente in piena terra o in vaso, e si consiglia di trapiantarla ogni 20-30 centimetri per evitare che diventi invasiva.

Oltre alle sue qualità estetiche e nutrizionali, la portulaca possiede interessanti proprietà medicinali , tra cui antinfiammatorie, antiossidanti e diuretiche. Viene utilizzato in erboristeria per alleviare irritazioni della pelle, ustioni e punture di insetti.

5. Il cactus (Cactaceae)

Il cactus

I cactus sono piante emblematiche delle regioni desertiche, in grado di sopportare temperature estremamente elevate e periodi prolungati di siccità.

Il loro adattamento a queste difficili condizioni climatiche si manifesta con la presenza di spine, che riducono la perdita di acqua per evaporazione, e con un apparato radicale esteso e superficiale, che permette loro di captare rapidamente l’acqua disponibile.

C’è una grande diversità di cactus, che vanno dalle piccole specie con steli globosi come la mammillaria, alle alte colonne verdi dei cactus a candela. I cactus possono essere coltivati ​​in piena terra in giardini asciutti e giardini rocciosi, oppure in vaso su balconi e terrazzi. Richiedono terreno ben drenato e annaffiature moderate, avendo cura di lasciare asciugare il substrato tra due annaffiature.

Oltre al loro aspetto decorativo, alcuni cactus hanno proprietà medicinali , come il peyote (Lophophora williamsii) e il cactus San Pedro (Echinopsis pachanoi), che vengono utilizzati nella medicina tradizionale dei popoli nativi americani per i loro effetti psicotropi e antidolorifici.

Le piante resistenti al calore sono un’ottima opzione per abbellire il giardino o il balcone, riducendo al minimo le esigenze idriche e di manutenzione. Oleandro, lavanda, aloe, portulaca e cactus sono esempi di piante che si adattano a condizioni climatiche più calde e che forniscono anche benefici estetici, ecologici e medicinali. Non esitate a integrarli nel vostro spazio verde per godervi un giardino o un balcone fiorito e profumato, anche durante un’ondata di caldo.