Che sia per mescolare preparazioni o servire piatti con salsa, il mestolo è uno degli utensili essenziali in cucina. Tuttavia, dopo aver cucinato i piatti, molte persone lo lasciano nella pentola o nella zuppiera. Ma come può essere pericolosa questa azione? Questo è ciò che scopriremo in questo articolo.

Il mestolo è l’utensile da cucina che utilizziamo quotidianamente per preparare ogni tipo di preparazione. Tuttavia, tenerlo all’interno del piatto potrebbe essere una cattiva idea. Spiegazione.

Perché è importante non lasciare il mestolo all’interno della padella?

Questo scenario capita molto spesso: prepariamo il pasto, ci sediamo per mangiare e dopo una dura giornata di lavoro, ci distraiamo dal nostro programma preferito, dimenticandoci di mettere da parte il cibo avanzato. Ed è solo qualche ora dopo, quando metti i piatti e le posate in lavastoviglie, che ti accorgi che la pentola è ancora lì, scoperta e con il mestolo dentro . Molte persone commettono l’errore di metterlo in frigorifero così presto, così com’è, il che è in gran parte sconsigliabile.

Mestolo in una pentola

  • Il cibo potrebbe ammuffire se metti la pentola in frigorifero con il mestolo all’interno

Conservare il cibo in frigorifero  senza coprirlo adeguatamente è una cattiva idea. Quest’ultimo, infatti, costituisce  un ambiente secco che pregiudica il processo di conservazione degli alimenti, che di conseguenza rischia la formazione di muffe . Infatti, non appena viene a contatto con gli alimenti, l’aria secca del frigorifero assorbe l’umidità, che provoca la perdita di sapore.

  • Il cibo si raffredda più velocemente quando ci si lascia il mestolo

Lasciando il mestolo all’interno della pentola, il vostro piatto sarà freddo quando lo servite di nuovo. Sarà quindi necessario riscaldarlo, cosa sconsigliata. Dopo la cottura, infatti  , gli alimenti devono essere refrigerati entro un massimo di 2 ore al fine di ridurre lo sviluppo e la proliferazione dei batteri .

  • Coprire una pentola con il mestolo all’interno è un invito ai batteri

L’aria che circola nel frigorifero trasporta molte particelle. In alcuni casi, può persino trasmettere batteri da un alimento all’altro. Pertanto, se ci metti del cibo senza coperchio, potrebbe essere vittima  di una contaminazione incrociata. Detto questo, quando la pietanza non emette più vapore, significa che ha raggiunto la temperatura alla quale va conservata in frigorifero. Lasciare un mestolo all’interno di una casseruola o pentola contenente cibo lo rende più vulnerabile ai microrganismi . In effetti, i batteri si moltiplicano a una velocità molto rapida, tra 4,4 gradi Celsius e 60 gradi Celsius.

Copri una pentola

Inoltre, non è consigliabile riporre cibi caldi in frigorifero. Quest’ultimo dovrà  fornire più energia per raffreddarlo, il che aumenterà notevolmente  il consumo energetico del dispositivo . Motivo per cui, è necessario assicurarsi che il cibo si sia raffreddato in anticipo, prima di metterlo in frigorifero.

Come accelerare il raffreddamento degli alimenti?

Dato che è sconsigliabile mettere le pietanze calde in frigorifero, ecco  alcuni consigli efficaci per velocizzarne il raffreddamento .

  • Metti gli avanzi di cibo in piccoli contenitori.
  • Se ti è rimasta solo una piccola quantità di cibo, mettila in un contenitore ermetico senza chiuderlo, per evacuare il calore.
  • Metti il ​​contenitore in un bagno di acqua ghiacciata. Riempi semplicemente il lavandino o qualsiasi contenitore più grande con acqua e cubetti di ghiaccio.

Ricorda inoltre di  conservare i tuoi alimenti in  contenitori ermetici di  acciaio inox o di vetro , per evitare che gli odori si diffondano all’interno del frigorifero.

Conserva il cibo avanzato in contenitori ermetici

Per proteggere il tuo cibo ed evitare che venga esposto a microrganismi, è meglio adottare i giusti riflessi avendo cura di conservare il cibo in modo corretto.