Press ESC to close

Perché non dovresti mettere l’olio nella credenza?

Anche se cucini di tanto in tanto, ci sarà sicuramente una bottiglia di olio di girasole in giro. Tra tutti i tipi di olio di semi diversi, questo è quello che solitamente occupa il posto d’onore in cucina. Viene spesso utilizzato per friggere, come vinaigrette per condire insalate o per condire uno spezzatino molto saporito. Per praticità, molte persone tengono questa bottiglia di olio vicino ai fornelli, in modo da averla sempre a portata di mano. Altri ancora lo conservano invece in un armadio vicino. Ma è davvero una buona idea tenere l’olio di girasole nella credenza?

I più esperti in cucina hanno scoperto che l’olio di girasole è molto sensibile alle condizioni ambientali. Infatti, qualsiasi sbalzo di temperatura o un’esposizione costante al sole possono causare automaticamente il deterioramento dell’olio. E questo è ancora più dimostrato quando la bottiglia è già aperta. L’olio di girasole non è quindi immune dal fenomeno dell’ossidazione che può non solo alterarne il gusto, ma rendere il prodotto pericoloso per l’organismo. Prevenire è meglio che curare…

Vediamo ora quale luogo sarebbe più adatto per conservare questo olio vegetale.

Olio di semi di girasole – fonte: spm

Come e dove conservare l’olio di girasole?

· Temperatura di conservazione e conservazione in frigorifero

Dovresti sapere che la temperatura di conservazione dipende dal tipo di olio. Ad esempio, l’olio raffinato rimarrà fresco a temperature comprese tra +5 e +20°C. L’olio non raffinato è più capriccioso: deve essere protetto dal calore e dalla luce eccessiva. Deve quindi essere conservato ad una temperatura compresa tra +10 e +15°C. A differenza dell’olio raffinato, che può essere lasciato in una bottiglia di plastica, è meglio versarlo immediatamente in un contenitore di vetro.

Come per il frigorifero, anche per quanto riguarda il frigorifero ci sono alcune regole e precauzioni da seguire. Innanzitutto la bottiglia dell’olio non può essere tenuta sulla porta del frigorifero. I continui sbalzi di temperatura rischiano di alterarne il gusto, che diventerà più amaro, fino a fargli perdere le sue proprietà benefiche. Allo stesso modo, è meglio evitare i ripiani centrali (di solito il luogo più freddo del frigorifero) e, ovviamente, il congelatore.

L’opzione migliore rimane quella degli scaffali inferiori o superiori. Puoi anche installare la bottiglia dell’olio nel vano porta frutta e verdura. Assicurati solo di avvitare bene il coperchio in modo che non ci siano possibili fuoriuscite su altri alimenti, che causerebbero odori sgradevoli nel frigorifero.

Cottura con olio di semi di girasole – fonte: spm

· Conservare l’olio di girasole in un armadio

Se metti un contenitore di olio in un mobiletto vicino al fornello, assicurati di smaltire tempestivamente il prodotto. Il fatto è che il calore emanato dal fornello può aumentare rapidamente la temperatura all’interno della bottiglia. È quindi meglio spostare l’olio di girasole in un armadietto o in una dispensa più lontano. Ricordati di proteggere sempre il contenuto della bottiglia dai raggi solari!

Per facilitare le cose, potete versare l’olio direttamente in un contenitore di vetro scuro, opaco alla luce del sole. Ma fai attenzione nella scelta del materiale, perché non è consigliabile mettere il prodotto a contatto con il metallo.

Cella – fonte: spm

Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a prolungare la durata dell’olio

1. Versare un po’ di sale. Per 0,5 litri di olio aggiungere mezzo cucchiaio di sale. Non cercare di dissolverlo, lascialo riposare e agisci in silenzio.

2. Aggiungi 5 fagioli secchi alla bottiglia.

3. Metti 2-3 foglie di alloro in un contenitore. Conservano inoltre il sapore dell’olio.

Nota:  queste regole non ti aiuteranno se la data di scadenza è passata. Quindi leggete sempre l’etichetta, ci sono molte informazioni utili.