Press ESC to close

Quali sono i benefici del kefir?

Questa bevanda tradizionale deriva dal tradizionale processo di lacto-fermentazione circondato da misteri. Ricco di probiotici e buono per l’immunità e il microbiota intestinale, interessa oggi ricercatori e nutrizionisti.

Bevanda al kefir

Il kefir è una bevanda divertente a base di latte o grani di kefir alla frutta. Ha stuzzicato la curiosità di un’unità di scienziati del CNRS e dell’Inserm annessa al Museo Nazionale di Storia Naturale, questo è ciò che Benjamin Abrat, co-fondatore di Symbiose Kéfir, una piccola fiorente azienda specializzata in kefir di frutta: “Stiamo lavorando con questi ricercatori per scoprire i diversi benefici del kefir, in particolare sul microbiota intestinale per rispondere a problemi di salute.

Oggi, in tutto il mondo, il kefir è studiato per i suoi effetti benefici su patologie importanti come obesità e diabete. »

Consorzio di microrganismi

Il kefir è un cereale vivo formato da batteri dell’acido lattico e lievito. Proprio come i funghi che crescono sugli alberi, il kefir cresce da latte animale, frutta e piante. Questa formazione biologica è una simbiosi. Questa coagulazione a base di latti animali ha l’aspetto di piccoli cavolfiori, risultando in un prodotto lattiginoso come un latte opaco. Per le piante la simbiosi si forma come piccoli diamanti traslucidi che diventano una bevanda a base d’acqua leggermente frizzante.

Origine misteriosa

Il kefir di latte sembra essere la bevanda originale, apparsa nella regione del Caucaso durante i tempi dell’Antica Russia. Ci sono anche tracce della sua presenza nell’antica Cina. Al momento, non c’è consenso sull’origine della sua creazione.

Ma l’origine semantica del kefir è turco-arabo. Per quanto riguarda il kefir alla frutta, Benjamin Abrat ci dice che la prima pubblicazione datata arriva dal Messico alla fine del XIX secolo grazie a un botanico che studiò il processo di questa simbiosi su un cactus.

Grani di kefir

Il libero flusso di kefir

Da pochi grani di kefir, puoi inventare più di dieci litri. Questo è uno dei segreti del kefir: ad ogni processo di fermentazione, il chicco si moltiplica…

Così, marchi come Symbiose Kefir regalano cereali per continuare questa catena virtuosa. Preparare i tuoi drink ti fa diventare un anello di congiunzione in questo grande giro di condivisione. Basta tenere i nuovi chicchi in frigo in acqua zuccherata, poi distribuirli intorno a voi.

Benefici terapeutici

Questa bevanda alla frutta o alle spezie ha tutte le carte in regola per sostituire le bibite. Spumante e servito freddo, è delizioso e dissetante. La sua latto-fermentazione gli è valsa la fama terapeutica dei nutrizionisti per la sua ricchezza di probiotici. Ricco di batteri lattici, il kefir contribuisce all’equilibrio della flora intestinale, che aiuta la sfera digestiva, il transito e l’immunità. Inoltre, gli studi hanno dimostrato il suo effetto benefico nel migliorare la sindrome dell’intestino irritabile.

Occhiaie sotto gli occhi

Vitamine meglio assimilate

Alcune persone sono inclini a uno scarso assorbimento dei nutrienti, che può portare a carenze, squilibri o persino affaticamento. Tuttavia, secondo gli studi, il kefir ottimizza la sintesi delle vitamine del gruppo B.

La B1 è un ottimo antistress che agisce anche contro i dolori muscolari e l’affaticamento. B2 produce energia, combatte mal di testa ed emicranie, mentre coccola i capelli. B3 aiuta il sistema digestivo, cardiovascolare e cutaneo favorendo un buon sonno e un buon umore. Allo stesso modo, le vitamine del gruppo K sono sintetizzate principalmente dai batteri nell’intestino. E sappiamo che la vitamina K1 è coinvolta nella coagulazione del sangue e aiuta a prevenire le emorragie.

Questo favorisce anche la salute della pelle e allevia il rossore riducendo le occhiaie. K2 è coinvolto nella regolazione del calcio, migliorando così la salute delle ossa, delle articolazioni, dello smalto dei denti, ma anche la salute cardiovascolare e del sistema nervoso.