Al giorno d’oggi, gli elettrodomestici e gli elettrodomestici abbondano in casa. Non c’è da stupirsi che tutte le prese siano utilizzate e che si moltiplichi anche l’uso delle prolunghe. Tuttavia, bisogna tenere presente che tutte queste prese multiple non sono eterne. Tuttavia, molte persone commettono l’errore di conservarli molto più a lungo del previsto. È un peccato: se non li sostituisci dopo un po’, è molto probabile che danneggino i tuoi dispositivi e ti causino molti danni.

Scopri, in questo articolo, quanto spesso dovresti cambiare le prese multiple e le prolunghe.

multiprise

logo pinterest

Multiprise – Fonte: spm

Quando dovrebbero essere cambiate le spine e le prolunghe?

Il problema è che  spine e prolunghe  non hanno una data di scadenza specifica. Pertanto, molte persone non pensano mai di cambiarle. Tranne, ovviamente, quando sono davvero brutti o quando ti trasferisci in una nuova casa e quelle parti si perdono per strada. Ma, come regola generale, molte persone possono conservare queste prese multiple per anni senza pensare di sostituirle. Questo è un grave errore!

Non solo la loro efficacia diminuisce nel tempo, ma possono anche influire sulle prestazioni delle tue macchine o, peggio ancora, possono essere tossiche per la tua salute e persino causare disastri. Un consiglio: se non ricordi quando li hai acquistati, è il momento di fare un piccolo investimento e rinnovare lo stock!

L’errore che fanno molte persone

Hai mai notato segni di bruciatura attorno alla presa o l’hardware collegato che inizia a oscillare, smette di funzionare correttamente? Quindi sì, questi sono i segni evidenti che questi punti vendita non sono più operativi. È persino urgente cambiarli: più si ritarda la scadenza, più il problema può peggiorare. Ciò potrebbe danneggiare i tuoi dispositivi e persino causare mal di testa. Come misura di sicurezza e per mitigare ogni possibile pericolo, non aspettare oltre per acquistarne altri.

Attenzione  : non prendete le cose alla leggera, perché le prese sono tutt’altro che innocue, possono addirittura provocare incendi in casa. È quindi necessario considerare di cambiarli ogni anno, o anche dopo due anni se sono davvero di ottima qualità. E infine, è una questione di buon senso. Perché conservare spine o prolunghe che non funzionano più correttamente? Non appena hai dei dubbi o iniziano a turbarti, non cercare di risolverli. Meglio sbarazzarsene subito!

bolletta elettrica

logo pinterest

Conto Energia – Fonte: spm

6 consigli per risparmiare energia elettrica in casa

Ci sono diversi suggerimenti per risparmiare denaro e avere bollette elettriche più basse.

Ecco i principali da considerare:

1. Spegni le luci non necessarie

Per risparmiare sulla bolletta a fine anno, spegni le luci nelle stanze che non usi o quando la luce naturale è sufficiente. Meglio ancora, passa alle lampade a LED.

2. Scollegare l’elettronica inutilizzata

L’energia in standby può rappresentare il 10% del consumo annuo di elettricità di una famiglia media. Inoltre,  scollegando i dispositivi elettronici inutilizzati , otterrai un notevole risparmio sulle tue bollette.

3. Gestisci i termostati

Se hai il riscaldamento elettrico, abbassa il termostato di due gradi per risparmiare il 5% sulla bolletta del riscaldamento. Diminuendolo di cinque gradi, puoi risparmiare anche il 10%.

4. Lavare i vestiti a freddo

Non ci pensiamo, ma basta modificare certe abitudini per cambiare la situazione. Ad esempio, se inizi a lavare i vestiti in acqua fredda invece che calda, almeno tre volte alla settimana, risparmierai un po’ più di energia e la tua bolletta ne risentirà!

5. Usa il microonde o il tostapane

Sapevi che il microonde impiega 15 minuti per fare lo stesso lavoro di un’ora in un forno? Dai, per ridurre i costi, considera di usare il tuo forno a microonde per cucinare i tuoi pasti almeno 4 volte a settimana invece del tuo forno.

6. Spegnere l’impostazione di asciugatura a caldo per la lavastoviglie

Molti potrebbero non saperlo, ma questa opzione non è gratuita. L’impostazione dell’asciugatura è costosa: meglio spegnerla, almeno sulla base di un carico di stoviglie al giorno. Sentirai già una netta differenza sul conto!