Press ESC to close

Rubinetto che gocciola: 7 passaggi per risolverlo

Un rubinetto che perde non è una situazione piacevole da vivere. Non importa la stagione, le perdite dei rubinetti possono causare danni. Per non parlare del fatto che il rumore prodotto da un rubinetto che perde può essere sgradevole. Scopri alcuni suggerimenti per riparare da solo il tuo rubinetto che perde.

Un rubinetto che perde significa la perdita di notevoli quantità di acqua potabile. Inoltre, assumere uno specialista idraulico contribuisce ad aumentare notevolmente le spese.

Come riparare un rubinetto che gocciola?

Prima di intraprendere qualsiasi riparazione è necessario individuare il guasto e la sua origine. Riparare un rubinetto che perde può sembrare semplice, soprattutto dopo aver visto un tutorial sui social media. Ma ricorda che ogni riparazione è unica. Dovrai seguire alcuni passaggi se vuoi risparmiare sulla bolletta dell’acqua.

Robinet che era - fonte: spm

 

Passaggio 1: chiudere l’alimentazione idrica al rubinetto che perde 

Per evitare di allagare il pavimento e ottenere il risultato opposto a quello atteso, è imperativo interrompere l’erogazione dell’acqua. Ciò, inizialmente, fermerà il flusso e quindi i rifiuti; poi in secondo luogo identificare l’origine del problema. L’ingresso dell’acqua si trova generalmente sul contatore dell’acqua. Segui le tue indicazioni finché non lo trovi. Saranno le briciole di pane che ti impediranno di perderti.

Passaggio 2: svuotare il circuito dell’acqua 

A volte rimane dell’acqua nei tubi. Come si può portare a termine con successo una riparazione se quest’acqua stagnante è ancora lì a coprire i binari? Dovrai quindi aprire il rubinetto per qualche secondo finché quest’acqua non defluisce e ti dà più visibilità.

Passaggio 3: blocca il lavandino o la vasca da bagno 

Metti un asciugamano o qualsiasi altro oggetto sul fondo del lavandino o della vasca da bagno per bloccare l’accesso ai tubi. Dovresti evitare che una vite cada perché rischi di bloccarla.

Passaggio 4: rimuovi le maniglie del rubinetto 

Se devi cambiare le guarnizioni dei polsi, dovrai sicuramente smontarle. Ricorda di essere metodico. Non dovresti assolutamente perdere un pezzo lungo la strada! Una buona riparazione viene eseguita prendendosi il proprio tempo e seguendo i passaggi necessari.

Passaggio 5: rimuovere la testa del rubinetto 

Questo passaggio è cruciale. Dovrai svitare il dado dalla testa del rubinetto. Per fare ciò, prendi una chiave inglese dalla tua cassetta degli attrezzi. Una volta rimossa definitivamente la testina, bisognerà pulirla con un panno in microfibra.

Riparazione - fonte: spm

Passaggio 6: rimuovere e sostituire la guarnizione difettosa 

Ci sei quasi! Lo spinello usato è lì, a portata di mano, pronto per essere ritirato. Doveva garantire la perfetta tenuta stagna della struttura, quest’ultima non è più in grado di compiere la sua missione. Dovrai rimuoverlo con attenzione.  Coglierai l’occasione per pulire tutto da qualsiasi sporco apparente . Successivamente si posiziona la nuova guarnizione al posto di quella vecchia e si sostituisce l’intera struttura come prima dello smontaggio, riposizionando la testa del rubinetto al suo posto stringendo il dado e sostituendo poi le maniglie. Questo è ciò che comporta la sostituzione della guarnizione di un rubinetto.

Passaggio 7: controlla le condizioni del tuo rubinetto

Dopo aver rimesso al suo posto ogni parte e sostituito quelle che necessitavano di essere sostituite, è possibile ripristinare l’alimentazione ai rubinetti aprendo l’alimentazione idrica. Quindi apri il rubinetto e contempla il risultato. Questo è davvero il tuo lavoro!

Se, dopo aver seguito tutti questi passaggi, il tuo rubinetto continua a gocciolare, chiama senza esitazione uno specialista. D’altra parte, scopri i diversi consigli nel tuo bagno per risparmiare.